Granny chair, la sedia tricot

granny chair

Nessuno, se non qualche irriducibile impermeabile alle ultime tendenze, pensa più che la maglia sia roba da vecchie zie o nonnette che sferruzzano un maglione ai nipoti. Persino il design se n’è appropriato spesso e l’ultima proposta, oppure provocazione, viene dallo studio Wa.De.Be. che ha ideato la cosiddetta Granny Chair: una sedia lavorata a maglia. Qui il filato è più grosso di quello che usereste per una sciarpa, più resistente per sostenere il peso di chi vi si siederà.

Per la lavorazione servono anche due ferri appositi, perché di sicuro in merceria di tanto grossi non ne trovereste mica. Via libera al lavoro a maglia, dunque, per raggiungere il risultato che potete vedere in foto. Si può scegliere anche il colore del filato ed eventualmente una fantasia ma per una volta non sarà affar vostro scegliere anche il punto prediletto per realizzare il rivestimento, perché la sedia arriva fatta e finita. Che peccato, a noi sarebbe piaciuta l’ida di sferruzzarcela da sole.

  • shares
  • Mail