Relazioni: il triangolo no, oppure sì

triangoloIl gossip insegna che il triangolo non è poi così raro da trovare nelle relazioni amorose, solo che quasi mai ne sono tutti e tre consapevoli allo stesso modo e quando lo sono è probabile che almeno un membro del trio non ne sia affatto lieto. Ce lo insegna anche il cinema, con la lunga sequela di drammi e di commedie incentrate sul fatidico triangolo. È di pochi giorni fa inoltre la discussione su quanto possa essere salutare o meno per il successo della propria relazione abbandonare l’abitudine alla monogamia.

Il motivo dell’instaurazione di un triangolo secondo gli esperti dipende essenzialmente dal distacco emotivo di uno dei due membri della coppia che sente l’esigenza di cercare altrove quel che non trova più nella coppia. Ci potevamo arrivare anche da soli, fin qui. Il fatto è che di solito non ci si rende conto di quanto sta succedendo se non quando il danno è ormai compiuto e tante relazioni continuano a trascinarsi restando in vita artificialmente anche se i due non hanno ormai molto da dirsi.

Qualcuno ritiene che andar cercando fuori dalla coppia una scossa emotiva possa apportare qualche beneficio alla coppia originaria. E le corna dove le mettiamo? Sono piuttosto ingombranti, solitamente, da sistemare tra due persone. Probabilmente siamo ancora legati a vecchi retaggi, sostengono i più aperti che considerano salutare il triangolo, perché aiuta a rendersi conto di cosa non va e conduce ad una più serena accettazione della fine di una storia. Di sicuro lo sarà per chi se lo gode, ma è indubbiamente molto meno divertente per chi lo subisce. Voi come la pensate?

Via | Shine

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail