Gli uomini non notano i vestiti delle donne: cosa ne pensate?

Prendo spunto da un aforisma che mi è capitato sotto gli occhi pochi minuti fa, firmato da Anatole France:

Solo gli uomini che non sono interessati alle donne sono interessati ai loro vestiti. Gli uomini a cui piacciono le donne non notano mai quello che indossano.

E mi ritrovo a chiedermi: quando decido come vestirmi ogni giorno, per quale motivo scelgo un capo piuttosto che un altro? Da tempo ho imparato a rispondere che il primo destinatario del mio abbigliamento è il mio orgoglio di donna, che per prima cosa penso di dovermici sentir bene io, in tutti i sensi; ma rifletto che "sentirmici bene" non significa soltanto stare comoda o vedermi carina allo specchio con i miei occhi, ma anche aspettarmi qualche commento o qualche sguardo particolari.

Ma da chi??Dagli uomini??Francamente, non ne sono sicura: spesso mi ritrovo a pensare di indossare qualcosa di particolare proprio per sentire i commenti delle amiche e delle colleghe; a volte per far loro invidia. E di sicuro capisco che sono loro che noteranno maggiormente la cura nella scelta di capi e accessori. L'aforisma non dice una bugia, ma forse racconta una mezza verità.

L'uomo di passaggio, quello capace di suonare il clacson del camion in autostrada o di fischiare, noterà infatti soltanto (o quasi) i particolari non coperti dai vestiti; eppure ci sono uomini, più attenti per un motivo o per un altro, in grado di notare dei cambiamenti nel nostro abbigliamento, e di farcelo notare. E non parlo solo in senso positivo, perchè spesso capita che anche i nostri partner ci facciano notare quanto un vestito ai loro occhi appaia stonato addosso a noi; a volte anche a torto.

Dunque chiedo a voi: cosa pensate dell'aforisma di Anatole France? Quello che afferma è una verità assoluta o ci sono delle sfumature? Oppure si tratta al contrario di una patetica bugia per celare dei pregiudizi o giustificare le disattenzioni??

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail