Mantenere il proprio cognome o prendere quello del marito?

surnameA fare l’identità di una persona non è certo un nome, o almeno non solo quello. È un’etichetta funzionale, in un certo senso, e segnala anche un’appartenenza ad un gruppo, ma c’è molto di più a definire una persona: il suo carattere, il suo ruolo nel mondo, le relazioni che stabilisce con gli altri e altro ancora. Da questo punto di vista quindi rinunciare al proprio cognome in favore di quello del marito quando ci si sposa assume un’altra prospettiva.

C’è però una larga fetta della popolazione femminile che si rifiuta di farlo mantenendo il proprio o al più aggiungendo un secondo cognome. Una pratica molto diffusa in molti paesi, praticamente prassi nei paesi ispanici, per esempio. Come valutate la questione dal vostro punto di vista? Avete lasciato il vostro cognome sposandovi per assumere quello del marito diventando la signora moglie oppure avete preferito tenervi stretto il vostro, anche per questioni lavorative?

Via | Shine

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail