Addio all’estate, addio all’omofobia. L’anno scorso anche a Milano, come in tante altre città italiane, eravamo scesi a manifestare, senza bandiere né simboli ma solo con la nostra indignazione, contro l’omofobia; a distanza di un anno, mentre anche a Roma si riprendono i fili di quella protesta, si torna in strada con una fiaccolata per dire no all’omofobia in tutte le sue manifestazioni, da quelle violente a quelle striscianti.

Appuntamento stasera, 21 settembre, alle 20:15 in piazza Oberdan (Porta Venezia) da dove si partirà per Corso Venezia fino a piazza San Babila: lo slogan della manifestazione – organizzata da un comitato di cittadini – è “E io non ho paura”, proprio per ribadire che non dobbiamo e non vogliamo arretrare di fronte alle minacce.

Ad aprire il corteo Antonia Monopoli, che rappresenta tutti i trans e le trans che pretendono una vita normale, un lavoro e il rispetto per la loro dignità di persone; dietro di lei tutti quelli che chiedono una legge subito contro l’omofobia e la transfobia. Coinvolgere la società, specialmente in una città come Milano, dev’essere il primo obiettivo di manifestazioni come queste.

Foto | Marco Mazzei

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Eni: Palazzo Mattei si colora di arancione contro la violenza sulle donne