Sfilate Alta Moda Parigi Luglio 2015: il teatro di Elsa Schiaparelli, collezione autunno inverno 2015 2016

Ha sfilato sulle passerelle della Paris Haute Couture la collezione autunno inverno 2015 2016 di Schiaparelli Couture, che ha l’essenza di uno stile e di una vita cosmopolita. Special guest: Farida Khelfa e Meg Ryan. Le immagini sono su Style & Fashion

Ha sfilato sulle passerelle della Paris Haute Couture la collezione autunno inverno 2015 2016 di Schiaparelli Couture, che ha l’essenza di uno stile e di una vita cosmopolita: la verticalità di New York e della colonna di Place Vendome, la fantasia eccentrica di Londra, l’eleganza e la cultura di Parigi, il barocco e la luce di Roma che si fondono in una collezione per donne contemporanee.

Una scena immaginaria che richiama i teatri parigini degli anni Trenta e presenta visioni di sensuale femminilità. A ogni abito il titolo originale di un’opera: L’amore sentinella o il catenaccio del cuore, La donna in fiore , La linea del cuore, Dal buco della serratura e Arethusa, il poema scritto da lei stessa. Si parte proprio da Elsa, dall’inizio, dall’apertura del suo atelier: l’allure è già audace. Linee semplici, silhouette slanciate in verticale, il bianco e il nero come basi dell’eleganza, in cui irrompe la luce del celebre rosa shocking e di tutti i colori, pastello o tinte vivide, interpretati con passione.

Sfilano le spalle Schiaparelli e ritmano il passo le tasche, presenti anche negli abiti da sera, per muoversi con una certa sfrontata eleganza. C’è l’odierno biker, quasi liquido in “rhodophane” d’organza, di lusso materico in broccato nero. L’Iris Schiaparelli, già simbolo della Maison, è il segno che brilla nella trama oro del broccato oppure si staglia, multicolore, in un patchwork di pelliccia.

Elsa, Lee & Leigh: una combinazione di femminilità e rigore fa eco all’audace modernità di Lee Miller e quindi accosta tweed, tartan, giacche e gonne-pantalone a lunghezze e fluidità. Un linguaggio preciso che crea un sogno moderno, in cui tessuti preziosi e ricami incandescenti contrastano silhouette quasi minimaliste, per arrivare a equilibri virtuosi quando l’alta artigianalità punta verso l’esuberanza dell’artista Leigh Bowery. I codici
dell’Alta Moda ricamano sul tulle nero i vetri tagliati a laser, altrimenti dipingono a mano su organza e chiffon le stampe ispirate a Bérard e Vertès.

Le iniziali ES segnano borse e cinture e trame dei broccati, mentre le grandi ossessioni di Elsa – cuori trafitti, lucchetti, iris, sole e stelle dell’Orsa Maggiore – sono omaggiate dalla luce dei gioielli e delle borse da sera. Special guest: Alice Eve, Carice van Houten, Daphne Guinness, Diego Della Valle, Farida Khelfa, Maria Grazia Chiuri, Meg Ryan, Miroslava Duma, Pier Paolo Piccioli, Sabine Ghanem e Suzy Menkes.

I Video di Pinkblog