Monte Carlo Fashion Week: le collezioni primavera estate 2016 della 3a Edizione della MC Fashion Week, le foto

Si è conclusa la 3a Edizione della MC Fashion Week di Monte Carlo, dove una forte presenza di designer da Russia, Armenia, Uzbekistan, Kazakistan ha celebrato il “2015 Année Russie Monaco”. Scopri di più sugli stilisti qui su Style & Fashion.

Si è conclusa la 3a Edizione della MC Fashion Week di Monte Carlo, dove una forte presenza di designer da Russia, Armenia, Uzbekistan, Kazakistan ha celebrato il “2015 Année Russie Monaco”.

Infatti, grazie alla partnership con Società Italia che ha coinvolto i partecipanti alle precedenti edizioni del Festival della Moda Russa, organizzato dalla realtà leader nella distribuzione di grandi griffe in Russia e nel Contesto Euroasiatico, si è svolta la terza edizione della MC Fashion Week, manifestazione dedicata alla moda internazionale tenutasi dal 6 all’8 luglio.

La manifestazione avvenuta anche grazie alla Chambre Monegasque de la Mode con il supporto del Governo Monegasco, del Comune, dell’Ufficio del Turismo del Principato di Monaco e, non ultimo, il Consolato Onorario della Federazione Russa nel Principato, aveva i riflettori puntati proprio sulla moda russa, per celebrare il 2015, Anno della Russia a Monaco.

11 designer provenienti da Russia, Armenia, Uzbekistan, Kazakistan, sono arrivati a Monte Carlo: dalla Russia Sergey Efremov, Bella Potemkina, il duo Kirill Ovchinnikov e Razgulyaev Blagonravova, Masha Tsigal, Anastasia Komarova, designer di Forms Studio, Iya Yots e Mila Yurakova; dal Kazakistan Ainur Turisbek, dall’Uzbekistan Zulfiya Sulton e Lali e dall’Armenia Naira Khachatryan.

I designer russi oltre ad aver fatto la parte del leone, quindi, hanno presentato una primavera/estate 2016 veramente di grande impatto stilistico e qualitativo.

In passerella, Masha Tsigal ha presentato una linea di segmento “contemporary” dalle fantasie etniche, Sergey Efremov, un prêt-à-porter curatissimo nei dettagli e applauditissimo dal pubblico in sala e Naira Khachatryan, i suoi magnifici capi in maglia con lavorazioni esclusive e di pura avanguardia, difficilissime da riprodurre che dimostrano la sua grande maestria dalla progettazione del filato sino alle tecniche di “decorazione” della maglia. Bella Potemkina, invecem con la sua collezione dalla sensualità teatrale che ha stregato le celeb di tutto il mondo come Paris Hilton e Mila Yurakova, ha omaggiato la ricerca tecnologica che sta conducendo nel campo aerospaziale da tradurre in capi moda portando in passerella un esclusivo costume-thermos più caldo al mondo che permette al corpo umano di star bene anche con le temperature più rigide con tanto di modelli vestiti da astronauti a chiusura dello show. Ainur Turisbek ha fatto sfilare la boxe in chiave couture con capi in pelle dalle silhouette esaltate da taglie e trafori. Zulfiya Sulton e Lali sono vere artiste dell’haute couture con una serie di abiti da sera up-date ma in tessuti tratti dalla tradizione antica. Un contrasto armoniosamente forte. Le modelle con il capo ornato dai diademi di Lali hanno veramente impressionato la platea che non smetteva più di applaudire.

Nella presentazione statica/showroom, invece, Kirill Ovchinnikov ha raccolto consensi dal gotha monegasco con pezzi originalissimi e sempre in edizione limitata, dove i motivi figurativi si ispirano a immagini bibliche e mitologiche. Accanto ai foulard decorati ad acquerello, la capsule creata in collaborazione con Ludmila Razgulyaeva-Blagonravova che si distingue per decori e immagini che riprendono le opere di grandi artisti russi e europei, mentre Anastasia Komarova, designer di Forms Studio ha allestito i suoi accessori ideati da visioni architettoniche ma sviluppate attraverso le proporzione della pelle, perché lei stessa è un architetto con la passione per la moda. Iya Yots già molto amato dall’alta borghesia russa per la continua ricerca stilistica attraverso il colore, spiccava fra i diversi corner con la sua collezione vivacissima.