• Moda

Sfilate Milano Moda Donna settembre 2015: l’Art Decò di Genny, guest Margareth Madè e Monet Mazur

Un’inspirazione Art Decò si tinge degli accenti glamour degli anni Ottanta, nella collezione primavera estate 2016 di Genny, che ha sfilato sulle passerelle della Milano Fashion Week, con due special guest d’eccezione: Margareth Madè e Monet Mazur. Le immagini sono su Style & Fashion

Un’inspirazione Art Decò si tinge degli accenti glamour degli anni Ottanta, nella collezione primavera estate 2016 di Genny, che ha sfilato sulle passerelle della Milano Fashion Week, nella scenografica cornice di Piazza del Duomo. In prima fila, ad applaudire la sofisticata magia degli abiti disegnati da Sara Cavazza Facchini, direttore artistico della maison, due special guest d’eccezione, le bellissime Margareth Madè e Monet Mazur.

Le linee geometriche e rigorose del movimento artistico fondato negli anni Venti in Francia si sposano con la femminilità dei dettagli preziosi che punteggiano i capi. Gli abiti da giorno, dalle silhouette precise, sono tuniche corte in seta, cotone e cadì, che lasciano scoperte le spalle. Inserti in maglia metallica danno un lussuoso tocco grafico.

Fluide camicie in seta e polsini ricamati nei colori dell’oro rivelano reggiseni ricamati. Questi diventano il punto focale di tute dai pantaloni morbidi con tagli frontali che lasciano intravedere la pelle donando un tocco sensuale alla collezione. La maglieria, oro e argento, si arricchisce di texture nuove in un gioco di pieni e vuoti che conferisce un effetto tridimensionale e impalpabile per morbidi abiti effetto velo.

L’inspirazione Deco’ si fa più chiara ed evidente negli abiti fil coupè con grafiche inspirate alle opere di Sonia Delaunay, tra cui un fluido modello da sera con spacchi frontali in un’accesa tonalità di verde smeraldo – unica nota di colore nella palette giocata sulle sfumature del bianco illuminato da accenti metallici. Motivi geometrici ritornano anche come intarsi su un lungo gilet in duchesse di seta.

Per un tocco di pura contemporaneità, ricami di castoni danno un’allure preziosa a un innovativo tessuto “cellophane”, usato per tuniche monospalla e lunghi abiti. Le borse sono clutch rotonde con decorazioni a sbalzo in metallo, onice e specchi, mentre le scarpe si declinano in femminili sandali tronchetto in pelle bianca e oro ricamati con canottiglie e castoni che creano delicati dettagli sul lato della caviglia.