Kinect Self-Defense Training Camp: gli esercizi e i giochi per imparare l'autodifesa

Tra tutti i giochi dedicati al fitness e disponibili per Microsoft Kinect (per chi non ricordasse di cosa si tratta, è una periferica per Xbox 360 che permette di giocare e interagire con i propri movimenti), ne sta per uscire uno dedicato in particolar modo alle donne e focalizzato sull'autodifesa, il Self-Defense Training Camp.

Il gioco insegnerebbe alcune mosse utili per resistere a possibili attacchi corporei da parte di malintenzionati; inoltre con alcune applicazioni apposite si potrebbero affinare i riflessi, fondamentali in questo genere di discipline, e con ulteriori esercizi si metterebbe invece alla prova l'autocontrollo, da mantenere in situazioni di forte stress, come potrebbero essere le aggressioni, durante le quali occorre rimanere il più lucide possibile.

Il gioco è interessante e sicuramente utile per farsi un'idea di base sulle discipline di autodifesa, per affinare i riflessi, per allenare la concentrazione; ma per quanto questo gioco possa essere fatto bene, non potrà mai sostituire la sensazione fisica della forza che un uomo potrebbe scaricarci addosso durante un'aggressione; per capire come liberarsene è necessario provare dal vivo, con simulazioni apposite, combattere con velocità e astuzia, saper sfruttare i suoi punti deboli, giocare sui nostri punti forti, provando anche su se stesse cosa significa ad esempio neutralizzare un aggressore grazie all'aiuto delle leve.

E la sensazione fisica che ci permette di buttare a terra un uomo anche molto forte, dopo aver appreso alcune tecniche, è poi davvero insostituibile. Se il gioco fosse perfezionato con la presenza di due giocatori, di cui uno funga proprio da aggressore, allora il Self-Defense Training Camp risulterebbe davvero utile (si dovrebbe poi soltanto trovare una cavia disposta a prendersele...). Altrimenti rimarrà soltanto un valido coadiuvante.

In ogni caso, un gioco del genere potrebbe essere un'idea per cominciare a fare amicizia con il mondo dell'autodifesa, con le sue regole e con la sua affascinante filosofia. E ricordate che nessuna donna può dire di non essere in grado di autodifendersi: possiamo farlo tutte, ne avevamo già parlato, bastano un po' di allenamento e un pizzico di sana cattiveria.

Via | Ubergizmo

  • shares
  • Mail