Ne conosco diverse, e forse posso ritenermi parte del folto gruppo: sono le donne che in coppia prendono quasi sempre tutte le decisioni, nonostante un partner esista. C’è chi lo fa per carattere, chi per prepotenza, chi invece perchè lui in realtà non ama decidere e lascia che sia la parte femminile a sbrigarsela. Tuttavia, secondo il mondo accademico (maschile?) non importa quali siano le cause di tale comportamento: sono le conseguenze a lasciare il segno.

Secondo uno studio della John Hopkins Bloomberg School of Public Health, nelle coppie in cui è la donna a prendere decisioni, la sfera intima non sarebbe proprio al top; anzi: la camera da letto sarebbe utilizzata solo e quasi esclusivamente per dormire. Sarà vero per tutti? Se ne parla da qualche giorno, ma ci tengo a fare qualche riflessione in merito.

La correlazione tra i due ambiti, la predominanza femminile e l’intimità, sarebbe da ricercarsi nella propensione maschile alla dominazione, che così verrebbe frustrata al punto da indurre l’uomo a cercare sfoghi altrove. E poi “prepotente” (perchè tale è considerata la donna che prende le decisioni in coppia, senza sconti) non sarebbe sinonimo di “attraente”.

Dunque, infine, ci siamo arrivati: se noi donne continueremo sulla strada dell’autonomia e dell’emancipazione, non finiremo per ritrovarci zitelle, ma useremo il letto matrimoniale solo come arredo, magari rischiando anche di sbattere la testa sotto le porte… E probabilmente è proprio ciò che ci meritiamo, perchè la testa non dovremmo alzarla troppo spesso; e gli uomini no, non si possono adattare a nessun cambiamento: la loro natura intrinseca è intoccabile.

Ora: mi rendo conto che esistano donne davvero prepotenti, davvero avvilenti e davvero insopportabili (esattamente come esiste la controparte maschile, mettiamolo in chiaro!); ma se la predominanza femminile in una coppia è vista come la causa di tutti i mali, allora mi dispiace ma non ci sto. Pur rimanendo dell’idea che, in tutti i casi, quando si è in due occorre trovare compromessi ed equilibri, soprattutto nelle decisioni da prendere; ma non per la paura di rovinare l’intimità o la dignità maschile, bensì per cercare quella serenità che farebbe vivere meglio entrambi.

Eppure non si fanno mai ricerche su quale potrebbe essere una strada comune; si ricalca invece sempre sui motivi o sulle conseguenze della discordia. Ma perchè?!?

Via | TopPressNews

Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Amore Leggi tutto