Video. Luciana Littizzetto contro Rocco Buttiglione

Luciana Littizzetto ha un talento che pochi altri possono vantare. Le analisi che redige per Che Tempo Che fa spesso sono più approfondite di quelle realizzate da signori giornalisti, o persone che si spacciano per tali.Domenica scorsa la comica si è occupata delle dichiarazioni omofobe di Rocco Buttiglione, di cui abbiamo già avuto modo di

Luciana Littizzetto ha un talento che pochi altri possono vantare. Le analisi che redige per Che Tempo Che fa spesso sono più approfondite di quelle realizzate da signori giornalisti, o persone che si spacciano per tali.

Domenica scorsa la comica si è occupata delle dichiarazioni omofobe di Rocco Buttiglione, di cui abbiamo già avuto modo di scrivere qui e qui. Su questa brutta pagina politica ha dichiarato:

“Rocco no Siffredi ma ti rendi conto di cosa dici? Non pagare le tasse è reato, si va in galera bottiglia! Ma cosa centra poi? È come dire che l’Everest è il monte più alto e Parigi è la capitale della Francia, non c’è il nesso capisci?

Se c’è una cosa soggettiva è il sesso. Il montaggio è via via diverso, non è come un comodino dell’Ikea che ci sono le istruzioni. Per le persone l’incastro è via via diverso, può essere Walter e Jolanda o Walter-Ugo. Se i politici iniziano a dire le boiate si instaura poi un clima d’odio. Non dobbiamo stupirci se a Capezzone tirano una papagna sul naso”.

Già, il nesso. Se fin dall’inizio di questa spiacevole vicenda il giornalista avesse chiesto a Buttiglione l’esposizione di un pensiero logico probabilmente oggi non ne saremmo qui a ragionarne di nuovo.

In Italia il vero problema non è l’omofobia ma chi ci scherza sopra. Si può ridere di tutto purché lo si faccia con buon senso. Far esibire il politico nell’ennesimo spettacolo incivile non dovrebbe diventare un mezzo per avere successo in un paese normale.