Poesie d'amore: scriverle, riceverle

Quando sono depressa mi metto a guardare i film tratti dai romanzi di Jane Austen. Non so perché ma hanno su di me un effetto sedativo (su mio marito, naturalmente, sono invece potenti come un sonnifero). Capita spesso di scoprire che per le protagoniste di questi romanzi la poesia sia molto importante, non solo per i sentimenti a cui da voce, ma anche per determinare il valore del corteggiatore di turno.

Spesso un uomo e una donna si trovano a recitare insieme alcuni versi di Shakespeare e questo crea una sorta di zona franca, uno spazio per lanciarsi messaggi apparentemente invisibili agli altri. E' ancora così anche per noi donne moderne? A parte le frasi dei baci perugina e la raccolta di aforismi, amorosi o meno, da mandare via sms e via twitter, la poesia d'amore ha ancora spazio nella nostra vita?

Shakespeare, Hikmet, Tagore, Neruda, Merini riescono a tradurre i nostri pensieri, i sentimenti che ci agitano? O abbiamo bisogno di nuovi versi? E se un uomo ci dedicasse una poesia d'amore otterrebbe da noi la giusta considerazione o penseremmo che è antiquato e noioso? Voi Pinkies avete mai inviato poesie d'amore?

  • shares
  • Mail