Laico alfabeto in salsa gay piccante, di Franco Buffoni

Mai come di questi tempi un “alfabeto” per chiarirsi e chiarire le idee è necessario. Tutti parlano di tutto, tutti sanno tutto. Trovo molto interessante l’ultimo lavoro di Franco Buffoni dall’eloquente titolo Laico alfabeto in salsa gay piccante. L’ordine del creato e le creature disordinate, edito da Transeuropa. Franco Buffoni – vi consiglio caldamente anche

di robo

Mai come di questi tempi un “alfabeto” per chiarirsi e chiarire le idee è necessario. Tutti parlano di tutto, tutti sanno tutto. Trovo molto interessante l’ultimo lavoro di Franco Buffoni dall’eloquente titolo Laico alfabeto in salsa gay piccante. L’ordine del creato e le creature disordinate, edito da Transeuropa. Franco Buffoni – vi consiglio caldamente anche la lettura del suo Zamel per farvi un quadro chiaro della situazione lgbtqi – in questo laibeto (laico alfabeto) offre

una raccolta di alti lai in ordine alfabetico, che vorrebbero custodire le caratteristiche del lai medievale: la brevità e la grazia. Pensando di rivolgersi sempre a dei cittadini: superate le fasi della plebe, del popolo, del pubblico e del gregge.

Per ogni lettera dell’alfabeto, abbiamo, dunque, due “termini” contrapposti/giustapposti: dal loro scontro/incontro viene fuori un modo nuovo e interessante di guardare la realtà. Abbiamo, così, il diritto naturale e quello positivo, la gender theory e Guido Guinizzelli, l’ordine (del creato) e l’outing, zamel e Zapatero. C’è anche il parco buoi e la pipì. La descrizione di quest’ultima è geniale:

Si pensi a un glabro filippino, di bassa statura, dai lineamenti dolci: una donna non può fare il prete, lui sì. Si pensi a una signora siberiana di alta statura e dai lineamenti pronunciati, persino il pomo d’Adamo le si vede quando parla. Immaginateli vestiti coi paramenti sacerdotali. Chi dei due è più prete, chi maggiormente corrisponde al cliché “virile”? Ciò che conta per i clericali non è questo. Ciò che conta per i clericali è come si fa pipì. Questa ossessione per come si fa pipì continua a obnubilare i clericali e i loro accoliti.

Oltre alle voci dell’alfabeto Buffoni presenta anche alcuni approfondimenti (odio, compromessi, identità, Milk) e due appendici: una sul perché siamo favorevoli al matrimonio tra cattolici e l’altra su una lettura iper-integralista della Bibbia.

Franco Buffoni
Laico alfabeto in salsa gay piccante. L’ordine del creato e le creature disordinate
Transeuropa Edizioni, 2010
pp. 150, euro 14

Ultime notizie su Recensione libri

Tutto su Recensione libri →