La moglie peggiore del mondo

Calzini sporchi, piatti da lavare, panni da stirare e un guardaroba che assomiglia più a quello di una teenager che a quello di una trentaquattrenne con un marito e un figlio. Sadie non è proprio un esempio di perfezione, anzi il contrario. E poi ha un dono davvero speciale: essere nel posto sbagliato al momento sbagliato. Tra le sue peripezie, quella di essersi presentata in super-ritardo ad un pranzo di lavoro di lavoro del marito indossando i panni di lavoro (è una floral designer) ma soprattutto una maglietta con scritto a caratteri cubitali "Leccami".

Sadie è un po’ disordinata, costantemente in ritardo, pasticciona, negata in cucina, scombinata nel conciliare lavoro e famiglia, ma anche creativa, esuberante e decisamente alternativa, e suo marito Tom, giovane rampante della City, l’ha sempre amata per quello che è. Ma si arriva al paradosso quando l’azienda per la quale lui lavora vanta mogli che rasentano la perfezione: sempre curate nel trucco e nell'abbigliamento, ottime padrone di casa e perennemente al fianco dei propri mariti, pronte a sostenerli e a fare da belle statuine durante i pranzi e gli eventi.

Ma alla lunga suo marito inizia a non sopportare più le sue stravaganze. Il lavoro è diventato sempre più importante e lui vorrebbe al suo fianco una moglie più matura e meno pasticciona. Così all’improvviso tutte le altre donne le sembrano più belle, più brave, più adeguate di lei. Che sia davvero la moglie peggiore del mondo?

Un giorno al parco, durante un temporale, Sadie ha uno strambo incontro con un'anziana signora di nome Enid, che diventerà presto sua cliente ma soprattutto confidente, oltre che maestra di vita. La stravagante signora si prenderà presto a cuore la sua situazione e cercherà, con i suoi consigli di donna matura e moglie saggia che tante ne ha vissute nella vita, di ridarle fiducia e trasformarla così nella moglie ideale. Qualche anticipazione? Un paio di ricette dolci e gustose, un finto amante e un look decisamente provocante per mettere un pizzico di pepe nella relazione.

Ma il finale è un po’ meno scoppiettante e molto più concreto. I mille tentativi porteranno Sadie a capire che l’unica vera ricetta per far funzionare bene un matrimonio è mescolare l’amore con una buona dose di pazienza irrorando tutto con tante risate e ironia.

Il nuovo libro di Polly Williams "La moglie peggiore del mondo" (edito da Piemme, 18,50 €) è una spassosa parodia del matrimonio dei giorni nostri, rilassante e decisamente divertente da godersi nei momenti di relax e simpaticamente utile per chiedersi: "E io, che moglie sono?". A voi la risposta, care lettrici di Pinkblog.

  • shares
  • Mail