Vintage Vibrator Museum: il museo da visitare online

vintage vibratorI sex toys hanno origini più antiche di quanto non possiate immaginare. Non ci credete? Basterà una visita al Vintage Vibrator Museum per scoprire che il primo giocattolino erotico può risalire addirittura a 30000 anni fa e già in Grecia e a Roma se ne faceva un largo e compiaciuto uso. Gli esemplari di cui però possiamo vedere e toccare con mano – virtualmente, s’intende – forme e funzionalità risalgono appena ai primi del Novecento. Mica male, tuttavia. Sono piuttosto datati anche loro.

I primi vibratori meccanici hanno visto la luce, e non solo quella, nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Come si sa, furono creati per curare l’isteria della donne, benché se ne scoprissero in seguito ben altri effetti collaterali, che con i nervi poco avevano a che fare ma che indubbiamente facevano un gran bene visto che la scoperta non solo è giunta fino a noi ma ha incontrato maggior fortuna e una vastissima e assai frequente rivisitazione dello spunto originario.

Il museo è online, se volete dare un’occhiata alle gallerie, stupirvi di quanta precocità presentassero certi aggeggi, cercare di comprendere quale uso si potesse farne in periodi in cui manifestare certe preferenze poteva essere più che scandaloso.

Via | EmandLo

  • shares
  • Mail