Pubblicità vintage: la lingerie femminile


Dalla fine del 1800 a oggi la lingerie femminile ha fatto diversi cambiamenti: è intuibile anche senza guardare le immagini proposte da TrèsSugar; si potrebbe dire che insieme alla biancheria intima è cambiata anche la società, soprattutto nei confronti delle donne. O meglio: l'evoluzione della lingerie è stato un riflesso dei cambiamenti sociali di un'epoca.

Ma non è solo questo genere di mutamento che si nota dalle immagini delle pubblicità vintage di biancheria intima: si possono intravedere anche l'evoluzione dei gusti, l'evoluzione dell'abbigliamento, l'evoluzione di ciò che viene considerato sexy.

Un tempo andavano sicuramente di moda i reggiseni a punta, mentre oggi si cerca maggiormente la rotondità; i mutandoni contenitivi erano molto in voga, così come le camicie da notte, prima molto coprenti, poi sempre più vedo-non vedo (verso un intevitabile vedo-e-basta); un obiettivo comune a tutti i tempi è stato quello di nascondere la lingerie sotto gli abiti: indossare reggiseni sembrando naturali, indossare slip senza che nessuno potesse indovinarlo sotto la gonna.

E' interessante notare inoltre come queste pubblicità si rivolgessero alle donne, spesso senza quella patina offensiva che ha caratterizzato invece le reclame di altri prodotti vintage. Questi annunci al contrario sembrano incentrati solo sulle esigenze della donna, nonostante il richiamo all'essere sexy talvolta non sia proprio velato. Tuttavia è un "sentirsi sexy" più che mostrarsi tali; forse per piacere più a se stesse? Concetto troppo moderno; tuttavia anticipato...E voi cos'altro notate in queste interessanti immagini del passato?

  • shares
  • Mail