Flirtare con il ragazzo dell'amica

E' una sorta di tabù: flirtare con il ragazzo, o peggio col marito, di un'amica è un gesto quasi innominabile, inconcepibile; eppure sarà capitato anche a voi: lui è carino quanto basta, passate molto tempo insieme perchè con lei siete tanto amiche, vi capita di scambiare battute, sguardi, intese; magari una notte vi capita di sognarlo, in atteggiamenti non proprio ortodossi. O forse addirittura vi scappa qualche fantasia su di lui, proprio in quei momenti...

A questo punto si aprono due strade: o cedete oppure soffocate letteralmente tutto sul nascere. Occorre decidere cosa è più importante: qualche ora di passione (forse!) o un'amicizia magari solida, che dura da tempo, a cui tenete molto. Insomma, il discorso è sempre lo stesso: si tratta di capire se si è disposte a tradire, in questo caso non il partner (o meglio non solo), ma l'amica. Il risultato comunque non cambia: se si procede con il tradimento, il senso di colpa assumerà più o meno le stesse dimensioni; e l'eventuale chiusura del rapporto si profila disastrosa. A meno che non si decida anche di mentire e di farlo bene.

Ma c'è un'altra questione, a monte: e se semplicemente quello scambio apparentemente innocente (e a volte anche involontario) di battute, di sorrisi, di sguardi, che potrebbe tranquillamente definirsi "flirt", equivalesse già a un tradimento? Se tempo fa ci chiedevamo che cosa rientrasse davvero in tale definizione nei confronti del partner, forse la stessa domanda dovremmo porcela nei confronti della famosa amica.

Perchè a volte, anche se il nostro affetto è sincero nei suoi confronti, fermare certi meccanismi è difficile e d'altra parte portarli avanti è pericoloso. Forse l'unico passo è quello di essere sincere, almeno con se stesse: ammettiamo con noi stesse di flirtare con il partner della nostra amica, accettiamo di infrangere in parte un terribile tabù; perchè solo così si può passare alla fase successiva, la decisione: andare fino in fondo oppure desistere. La seconda opzione è sempre la migliore, a meno che non intervengano sentimenti davvero troppo forti e impossibili da arginare. Perchè è sempre meglio tenersi un'amica, piuttosto che un uomo, sarà banale, ma è la verità. Ma è soltanto passando attraverso una sorta di "ammissione di colpa" che potremo renderci conto della cosa e successivamente seppellirla. Altrimenti rischieremmo di non liberarcene mai...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail