• Moda

Prada collezione donna autunno inverno 2016 2017: il grafismo estetico, la sfilata a Milano

Ha sfilato sulle passerelle di Milano Moda Donna la collezione autunno inverno 2016 2017 di Prada che presenta le borse Pionnière e Cahier. La collezione gioca con le grafiche barocche a tema naturalistico su abiti dalla silhouette perfetta alternate a ibisco e fiori. Le immagini sono su Style & Fashion

Ha sfilato sulle passerelle di Milano Moda Donna la collezione autunno inverno 2016 2017 di Prada che presenta le borse Pionnière e Cahier che saranno da subito disponibili nei negozi Prada di Milano, Parigi, Londra e New York. La borsa Pionnière si contraddistingue per la sua forte identità, una ricercata lavorazione artigianale, originali dettagli in ottone e colori sofisticati. Trae ispirazione da mondi diversi: dalla caccia per la sua forma morbida e arrotondata che ricorda i carnieri in cui i cacciatori mettono la selvaggina; dalla divisa e dal militare per la tracolla dalle proporzioni importanti; dal viaggio per la sua attitudine sportiva e avventurosa.

La collezione gioca con le grafiche barocche a tema naturalistico su abiti dalla silhouette perfetta alternate a ibisco e fiori, sfilano cappotti tantissimi con inserti di pelliccia, calze-leggings nei toni del grigio con quadri. I cappelli hanno il sapore marinaro e sono abbinati a capispalli dal taglio più sportivo. Sono moltissimi i look in cui le grafiche si sovrappongono giocando con tematiche estetiche differenti, splendide le cinture corsetto e gli stivali alti. Per la sera non mancano mini abiti e trench barocchi.

Per la sfilata autunno inverno 2016 di Prada, AMO si ispira ai tradizionali palchi pubblici e ai luoghi in cui si svolgono le cerimonie cittadine. Lo spazio centrale è delimitato da un sistema di balconate e tribune collocate intorno al perimetro della sala. Simili tra loro eppure diverse, creano una simmetria in qualche modo sbilanciata.

Una piattaforma sopraelevata di osservazione è inserita al centro della sala e domina la passerella. L’insieme di strutture fuoriesce dall’edificio espandendosi oltre la sala e crea una sorta di passaggio onirico dalla strada alla sfilata. Gli ospiti si radunano nelle balconate, nelle tribune e sulla piattaforma centrale in gruppi stabiliti da un sistema di gerarchie spaziali.

Macchie tridimensionali rosse e nere alterano la semplicità della struttura, mentre un’illuminazione di grande effetto mette in risalto la superficie irregolare del rivestimento in legno OSB. L’atmosfera buia ed enigmatica in chiaroscuro è accentuata da un uso teatrale di luci rosse che enfatizzano i dettagli delicati della struttura.

I Video di Pinkblog