Manca poco all’inaugurazione dell’attesissimo albergo firmato Moschino. Dopo un primo slittamento rispetto alla data di apertura prevista, originariamente fissata al 2008, l’eccentrica casa di moda ha confermato per il 2009 il battesimo ufficiale del suo concept hotel a Milano. Il progetto, capitanato dalla creative director Rossella Jardini, vede come partner Hotel Philosophy, compagnia alberghiera del Gruppo Mobygest.

Confermata la location di eccezione, la vecchia stazione ferroviaria in via Montegrappa già riconvertita ad uso abitativo. Ma è dietro il fascino neoclassico e borghese della facciata che si nasconde il vero colpo di scena. Tutti gli interni, infatti, sono ispirati alla visione onirica propria dei racconti delle fate, sollecitando l’ospite all’abbandono ad una dimensione fantastica e quasi surrealista.

Concept rispecchiato in pieno dal deciso stile degli interni. Come nella camera Petali, dove il predominio del total white viene spezzato da sferzanti accenti di rosso nei lumi e negli arredi, ad esempio nel manto floreale del copriletto. Tra le sedute, riconoscibile un grande classico di Edra, la Rose Chair di Umeda Masanori, non a caso icona per eccellenza del celebre fiore.

Via | Casamica

Riproduzione riservata © 2023 - PB

ultimo aggiornamento: 01-01-2008