Dal 31 luglio 2023 si potrà richiedere il bonus under 30: vediamo cos’è, come funziona, a chi è rivolto e quali sono le tempistiche.

Il bonus under 30 è rivolto a tutti i datori di lavoro che hanno intenzione di assumere i cosiddetti Neet. Il Governo ha pensato a questo incentivo per cercare di combattere l’inattività dei nostri giovani, dato che ci ha fatto diventare il fanalino di coda dell’UE. Vediamo cos’è e come funziona.

Bonus under 30, cos’è e come funziona

Con il Decreto Lavoro approvato lo scorso 1° maggio, si attiva anche il bonus under 30. L’incentivo è riservato ai datori di lavoro che assumono giovani con un’età tra i 15 e i 29 anni, che non studiano, non svolgono una professione e non stanno seguendo corsi formativi, i cosiddetti Neet. Cumulabile con altri esoneri contributivi fino a 36 mesi, il bonus va a coprire il il 60% della retribuzione per i primi 12 mesi.

L’Inps ha fatto sapere che i datori potranno richiedere l’incentivo a partire da lunedì 31 luglio. La speranza del Governo, ovviamente, è agevolare l’occupazione giovanile. Secondo una statistica di Eurostat, infatti, nel 2022 in Italia i Neet erano pari a 1,6 milioni, dato che ci rende il paese dell’Unione Europea con il tasso più alto di giovani inattivi.

Rispetto alle misure degli anni passati, il bonus under 30 del 2023 può essere cumulato con altri esoneri contributivi fino a un massimo di 36 mesi. In casi di questo tipo, il nuovo incentivo è riconosciuto per ogni lavoratore Neet nella misura del 20% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali.

incontro accordo lavoro applausi

Bonus Neet: le tempistiche e le modalità di richiesta

Il bonus under 30 è valido per le assunzioni che vengono effettuate tra l’1 giugno e il 31 dicembre 2023, a patto che i ragazzi non abbiano ancora compiuto 30 anni, non siano occupati o in fase di studio. Inoltre, devono essere registrati al programma operativo nazionale Iniziativa Occupazione Giovani. Per richiedere il contributo, il datore di lavoro non deve fare altro che inoltrare una domanda telematica all’Inps a partire dal 31 luglio. L’istituto valuterà i requisiti e risponderà entro cinque giorni. Dopo l’ok, il datore ha 7 giorni di tempo per la firma del contratto. In caso di ritardi, il bonus decade.

Riproduzione riservata © 2024 - PB

feed

ultimo aggiornamento: 27-07-2023