Nuovo allarme Covid per la rapida diffusione della variante KP 3: vediamo quali sono i sintomi a cui prestare attenzione.

Stando alle notizie che ci arrivano dagli Stati Uniti in materia di Covid-19, c’è una nuova variante a cui dobbiamo prestare attenzione: la KP 3. Sembra che la diffusione sia piuttosto rapida, tanto che il suo arrivo è atteso presto anche in Italia. Vediamo quali sono i sintomi.

Covid, nuova variante KP 3: ecco i sintomi

Dopo l’arrivo della variante KP2 a fine maggio, l’Italia si prepara ad accogliere la nuova KP 3. In rapida diffusione negli Stati Uniti, questa ultima mutazione del Covid-19 potrebbe presto diffondersi a livello mondiale. Questo, almeno, è quanto sostengono i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie statunitensi (Cdc).

Al momento, è bene sottolinearlo, la nuova variante KP 3 non è stata rilevata in territorio italiano. Eppure, stando ai report statunitensi, negli aeroporti del territorio americano sono stati individuati passeggeri positivi provenienti da altri paesi dell’Europa, Spagna in primis.

Alla luce di ciò e considerando che le ferie si avvicinano, è bene dare uno sguardo ai sintomi. Secondo gli esperti, questa ultima mutazione del Covid-19 presenta disturbi lievi, che possono essere tranquillamente ignorati perché simili a quelli di un banale raffreddore. E’ anche per questo che la malattia si diffonde in modo semplice e rapido.

Covid

Cosa fare se si è positivi alla nuova variante?

Secondo gli esperti, la variante KP 3 comporta sintomi lievi perché la malattia è in grado di sfuggire ai tamponi anti Covid-19, compresi quelli ospedalieri. Questo significa anche che potreste risultare falsi negativi ed essere comunque contagiosi. In ogni modo, se avete qualche dubbio chiedete consiglio al medico di base, restate a casa per qualche giorno ed evitate contatti con le persone fragili, immunocompromesse o in precarie condizioni di salute.

Riproduzione riservata © 2024 - PB

feed

ultimo aggiornamento: 20-06-2024