Era diventata la Premier della Nuova Zelanda più giovane degli ultimi 150 anni. Jacinda Ardern ha deciso di dare le sue dimissioni.

“Non ho abbastanza energie per altri quattro anni”. In questo modo sono arrivate le dimissioni per la Premier della Nuova Zelanda Jacinda Ardern che in conferenza stampa ha detto addio al suo incarico. La donna ha ringraziato tutti e, nelle sue parole, anche uno sguardo alla famiglia e alla future nozze.

A proposito di Premier: tutti i ministri di Giorgia Meloni in Italia

Dimissione Premier Nuova Zelanda: le parole di Jacinda Ardern

premier Nuova Zelanda Jacinda Ardern
conferenza discorso

“Credo che guidare un Paese sia il lavoro più privilegiato che si possa avere, ma anche uno dei più impegnativi. Non si può e non si deve fare il lavoro se non si ha il serbatoio pieno, più un po’ di riserva per i compiti imprevisti e non programmati che inevitabilmente si presentano. Riflettendoci quest’estate, so di non avere più quel surplus di energia per fare bene il mio lavoro”, le parole della dimissionaria Premier della Nuova Zelanda.

La Ardern aveva iniziato il mandato il 26 ottobre 2017, a 37 anni, diventando la premier più giovane della Nuova Zelanda da 150 anni e la terza donna primo ministro del Paese dopo Jenny Shipley (1997-1999) e Helen Clark (1999-2008).

Tra le motivazioni del suo addio anche la famiglia alla quale va un pensiero speciale: “A Neve, la mamma non vede l’ora di essere lì quando inizierai la scuola quest’anno. E a Clarke, sposiamoci”.

Curiosa anche la riflessione sulla bimba: “I bambini di 4 anni sono chiacchieroni, non potevamo correre il rischio”, e per questo la donna ha ammesso di non aver anticipato nulla sulle dimissioni.

Come spiegato dal sito della Rai, Ardern ha dichiarato che le sue dimissioni avranno effetto entro il 7 febbraio e che il caucus laburista voterà un nuovo leader entro tre giorni.

Di seguito anche parte del suo discorso:

Riproduzione riservata © 2023 - PB

ultimo aggiornamento: 19-01-2023