2 ottobre, festa dei nonni. Un giorno importantissimo da segnare nel calendario e non dimenticare mai. Si tratta di una giornata dedicata ad una delle figure più importanti nella vite delle persone, piccoli e grandi. Molti li chiamano “angeli custodi dell’infanzia” ma anche in età più adulta le cose non cambiano. Ma da dove nasce questa giornata in loro onore? Andiamolo a scoprire…

COSA REGALARE AI NONNI? QUALCHE IDEA

Festa dei nonni 2 ottobre: le origini

Come detto, oggi, 2 ottobre, è la festa dei nonni. Noi di Pinkblog vogliamo darvi alcuni cenni storici su questa giornata dedicata a delle persone che nella vita di tutti sono assolutamente indispensabili.

In Italia la Festa dei nonni è stata istituita con la legge n. 159 del 31 luglio 2005 al fine di “celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale”. Insieme a tale giornata è stato anche decretato il ‘Premio nazionale del nonno e della nonna d’Italia’, in favore dei nonni che, nel corso dell’anno, si siano distinti per aver compiuto azioni particolarmente meritevoli sul piano sociale.

Ma perché in Italia la festa dei nonni si festeggia il 2 ottobre? Il motivo è da ricercarsi nella Chiesa Cattolica che, oggi, celebra gli “angeli custodi”. Negli altri Paesi la data cambia a seconda delle varie tradizioni: in America si festeggia il giorno dopo il Labor Day, la festa che consacra la fine dell’estate e il ritorno al lavoro nel primo lunedì di settembre. Nel Regno Unito nella prima domenica di ottobre mentre in Canada il 25 ottobre.

Ad ogni modo l’inizio di tale ricorrenza è arrivato dagli Stati Uniti dove, nel 1978, il Presidente Jimmy Carter aveva accettato la proposta di Marian McQuade, una mamma casalinga della Virginia Occidentale con 15 figli e 40 nipoti, che propose di istituire una giornata nazionale dedicata appunto ai nonni. Da quel momento in America il ‘National Grandparents Day’ viene celebrato ogni anno nella prima domenica di settembre.

L’importanza dei nonni: qualche numero

Infine, vogliamo riportarvi alcuni dati statistici raccolti dal Centro Studi Senior Italia FederAnziani che sottolinea l’importanza dei nonni.

L’aiuto nell’accudire i nipoti consiste principalmente nel far loro da baby-sitter quando i genitori non ci sono (46,2% degli intervistati), nel riprenderli a scuola o accompagnarli nelle varie attività (43,3%), nel portarli al cinema o in altri luoghi di divertimento (9,4%) e nel portarli con sé in vacanza (7,9%).

Anche a livello economico le cose non cambiano. Il 92,8% dei senior aiuta o ha aiutato economicamente figli e nipoti, facendolo spesso (48%), qualche volta (34,7%) o raramente (10,1%), mentre solo il 7,2% non lo ha mai fatto.

Riproduzione riservata © 2022 - PB

ultimo aggiornamento: 02-10-2022