Non so se ci si mangia bene. Però almeno il ristorante le Chiavi d’Oro di Arezzo ha il pregio di essere bello senza eccessi: un ambiente accogliente dove il calore si sprigiona piano piano, grazie al mix riuscito di materiali caldi e freddi, come il legno insieme a ferro e cromo, ed uno spazio modulato con senso ritmico.

Le seggioline anni ’50 offrono un dettaglio di stile riuscito, ma il vero tocco di classe resta la boiserie reinterpretata in chiave modernista. Bella ipotesi da sperimentare anche in altri contesti. Perché non provarla anche in case private, oltre che spazi aperti al pubblico?


Interior design del ristorante

Riproduzione riservata © 2023 - PB

ultimo aggiornamento: 28-11-2008