Da sempre Malloni si è legato alla sfera del design e delle avanguardie italiane, ma mai come per questa la campagna autunno inverno 2015 2016. Non a caso italiani sono i due artisti che hanno lavorato nel retroscena della collezione: Emilio Tini, fotografo e Simone Guidarelli, stylist.

L’avvolgente lusso discreto di Malloni viene immortalato catturando l’essenza di una collezione che rievoca un’estetica contemporanea. In primo piano, insieme agli abiti, Ilvie Wittek, modella tanto femminile quanto androgina nei suoi tratti spigolosi e nei suoi occhi color ghiaccio. La scelta perfetta per questa collezione in cui il brand decide di reinterpretare l’estetica maschile e creare un nuovo concetto di femminilità contemporanea.

Ma la vera forza della campagna risiede nella sua delicatezza, che colpisce, dà inizio ad un dialogo che vuole raccontare la nuova visione di Malloni. E’ una storia underground, asimmetrica, a tratti hipster e a volte sorprendentemente bon ton, sensibile alle forme della donna. Una campagna che reinterpreta le emozioni raccontandosi dall’interno attraverso uno stretto rapporto con l’architettura. Scalinate, superfici vuote, assemblaggi materici, colori, trasparenze, vogliono incorniciare il fascino anticonformista di Malloni.

Riproduzione riservata © 2024 - PB

ultimo aggiornamento: 19-12-2015