Nel 2016 Nike celebra il suo capo icona: la Nike Windrunner Jacket. Sin dall’esordio il modello è diventato un continuativo in grado di soddisfare le esigenze di tutti, a partire dai maratoneti fino ad arrivare ai b-boys che praticano la breakdance. Per celebrare il suo successo verranno lanciati due nuovi modelli: quello dedicato all’universo maschile in collaborazione con Stone Island e quello dedicato alle donne con sacai. Entrambe le collaborazioni hanno reinterpretato gli stilemi della Nike Windrunner Jacket impegnandosi a rileggerne la forma e i colori utilizzando nuovi e sofisticati materiali.

Stone Island, marchio italiano di abbigliamento sportivo fondato nel 1982, ha costruito la sua reputazione grazie alla innovativa ricerca tessile. Il suo logo, la famosa bussola, è diventato sinonimo di qualità in tutto il mondo. Per la collaborazione con NikeLab, il brand concentra la ricerca sui materiali conferendo al capo una nuova estetica.

Lo chevron e il cappuccio della Windrunner NikeLab x Stone Island sono caratterizzati da Mussola Gommata impermeabile e antivento, formata da mussola di cotone leggera intrecciata ad una pellicola di poliuretano opaco. Il Nylon Metal, un tessuto brevettato da Stone Island caratterizzato da una lucentezza metallica, contraddistingue il busto della giacca rivestito in PrimaLoft. Pur essendo monocromatico, l’esterno della giacca ricorda il classico color block della Nike Windrunner ottenuto attraverso il processo di tintura dei capi di Stone Island. Risultato, una sottile distinzione tra le sfumature della Mussola Gommata e i tessuti Nylon Metal. La fodera argento PrimaLoft fornisce un eccezionale contrasto con l’esterno in tinta unita, mentre i profili oversize contribuiscono alla solidità dell’aspetto del capo.

Per la stilista giapponese Chitose Abe l’obiettivo della collaborazione è la trasformazione di capi meramente tecnici in proposte funzionali che possano essere portate tutti i giorni. La giacca Year of the Windrunner NikeLab x sacai — la quarta interpretazione del modello da parte della designer — unisce un cappuccio con pelliccia sintetica e busto in tessuto ripstop per una speciale esplorazione di texture e movimento.

[blogo-gallery id=”951997″ layout=”photostory”]

Riproduzione riservata © 2024 - PB

ultimo aggiornamento: 16-12-2015