Ben Sherman presenta a Pitti Uomo 82, EC1 una piccola enclave di creatività, la EC1 Trouser collection. L’EC1 Chino è stata lanciata accanto alla Plectrum Collection, garantendo un ampio ventaglio di stili, dai lavaggi sbiaditi e i fit comodi ai tagli più asciutti ed eleganti.

Oggi, la Trouser Shop altro non è che l’evoluzione naturale della EC1 Chino: concepita e disegnata con la stessa sensibilità adottata per la linea chino ma con in più la generosa varietà di stili, senza dimenticare quella precisione sartoriale che ne garantisce la vestibilità perfetta. Per la gestione del progetto, Ben Sherman si è affidato all’indiscussa fama di Douglas Cordeaux, maestro di alta sartoria e simbolo del know-how artigianale britannico in campo tessile.

Il risultato è una collezione ragionata di pantaloni, che ben rende omaggio all’essenza della più raffinata tradizione sartoriale inglese, grazie a cinque vestibilità, da quella slim e smart ai comodi tagli chino, che s’ispirano alle tenute da lavoro. I classici toni del bronzo, del navy e del verde oliva sono rischiarati da bagliori estivi e da tinte decise effetto used, dal blu lagoon all’aragosta. I tessuti, che spaziano dai popeline di cotone ai twill, allo Spinker Drill – robusta ma leggera tela di cotone appositamente concepita per le operazioni africane della British Army negli anni ’40 -, compongono questa gamma estiva.

In omaggio all’ispirazione e alla natura sartoriale della EC1 Trouser Shop, il logo della collezione si compone della classica forma a triangolo del gessetto del sarto e del nostro amato codice postale: EC1.

La scena jazz americana degli anni ’60 è stata un’epoca segnata da nuovi sound e da uno stile ben definito, graffiante, emblema di un periodo che ha influenzato la musica e la moda in ugual misura rappresentano la base dell’ispirazione della collezione Primavera 2013: Jazz Life.

Ispirata al libro omonimo, questa collezione strizza l’occhio all’influenza della scena della East Coast di quegli anni, abbinando lo stile d’ispirazione jazz alle tenute da lavoro degli artigiani britannici dall’altra parte dell’Oceano. Caratterizzato dalla propensione per i contrasti, ormai diventati un marchio di fabbrica della Plectrum Collection, questo accostamento voluto di stili tra loro opposti dà vita a nuove silhouette e a dettagli evocativi ricchi di ispirazioni, che regalano alla collezione una sensibilità più attuale.

Le stampe sono già di per sé l’emblema della primavera. Un’accurata tavolozza di colori e una tecnica di stampa dal sapore artigianale hanno portato a una vera e propria rivisitazione della stampa ikat, che si traduce in una sorta di ikat – militare. Utilizzato su giacche-camicie a 4 tasche o sulle t-shirt ma anche come dettaglio su una giacca o una polo, l’ikat-militare si rivela il tessuto iconico della stagione.

Anche le camicie giocano sul tema delle stampe, con geometrie d’ispirazione “art déco” e dettagli operati sovrapposti a tessuti gessati e fantasie a quadri. Orli scolpiti, linee strutturate e colletti dalle forme innovative sottolineano l’attenzione per i dettagli che caratterizza la collezione.

Giacche spigate a monopetto e dalle linee sfilate si abbinano a pantaloni dal taglio comfort, mentre modelli a doppiopetto a un bottone, più destrutturati, sono accostati agli shorts, nell’intento di conferire un tocco d’informalità anche alle linee più rigorose.

I raffinati tessuti spigati sono stati sapientemente sottoposti ai trattamenti “wash”, creando così capi dall’autentico aspetto used. Entrata di diritto tra i capospalla classici della collezione, come il Parka e il bomber, impreziosita di bordi e finiture in pelle, la giacca stile worker, dalle linee pulite e dai dettagli funzionali, completa l’offerta. Infine, il bomber scamosciato color terra bruciata rappresenta la scelta perfetta come capo outdoor estivo e lo spolverino da annodare in vita, in lino stampa chambray, protegge dagli acquazzoni con stile.

La palette dei colori, contraddistinta dai toni smorzati e monocromatici dell’ocra, evolve nelle note più corpose del color pesca-arancio e dei rossi fragola, bilanciate dalle nuance verde kaki, ardesia e blu carico, con accenti di oro brillante e turchese.

Pitti Uomo 2012: Ben Sherman presenta la capsule collection EC1 e la collezione Plectrum S/S 2013 Pitti Uomo 2012: Ben Sherman presenta la capsule collection EC1 e la collezione Plectrum S/S 2013 Pitti Uomo 2012: Ben Sherman presenta la capsule collection EC1 e la collezione Plectrum S/S 2013 Pitti Uomo 2012: Ben Sherman presenta la capsule collection EC1 e la collezione Plectrum S/S 2013 Pitti Uomo 2012: Ben Sherman presenta la capsule collection EC1 e la collezione Plectrum S/S 2013 Pitti Uomo 2012: Ben Sherman presenta la capsule collection EC1 e la collezione Plectrum S/S 2013 Pitti Uomo 2012: Ben Sherman presenta la capsule collection EC1 e la collezione Plectrum S/S 2013

LINK UTILI

Pitti Uomo 2012: Ben Sherman a Firenze con la nuova collezione in bilico tra “Mods e Rockers”

Pitti Uomo 2012: le foto del party di Ben Sherman con Paolo Ruffini

Pitti Uomo Firenze 2012, Ghisò e Ghisò for Aston Martin

Pitti Uomo 2012: la collezione Lineabold di Piero Guidi e la capsule “430, West Broadway”

Pitti Uomo 2012: la Twenty-Four jacket di Club des Sports

Pitti Uomo 2012: Marina Yachting presenta il sea-trend per l’inverno 2012/2013

Pitti Uomo 2012: la collezione Black Label di Xacus per l’inverno 2012/2013

Pitti Uomo 2012: Manuel Bozzi celebra i volti storici del rock, Keith, Elvis e Jimi

PITTI UOMO Firenze 2012: anteprima PE2013 CANADIENS

Riproduzione riservata © 2023 - PB

ultimo aggiornamento: 20-06-2012