Abarth fa il suo ingresso nella nautica sportiva con un progetto di Sacs   motorizzato da Yamaha presentato all'ultimo Salone Nautico di Genova. Il più celebre marchio dell'elaborazione automobilistica ha trasformato l'accattivante Sacs Strider 12S in Powershore Abarth SP (Sport Prototipo), un maxi rib derivato dal mondo delle competizioni.

L'idea ispiratrice di questo progetto è stata quella di trasferire al settore della nautica lo stesso spirito che caratterizza la nascita e lo sviluppo delle vetture marchiate dallo scorpione. Così come i prodotti Abarth, anche il Powershore è ideato per chi desidera che la guida sia occasione di divertimento e per chi non teme di misurarsi con performance da fuori serie, caratterizzate da alta tecnologia, semplicità d'uso e comfort in totale sicurezza. 

091006_AB_Powershore_01.jpg 091006_AB_Powershore_02.jpg 091006_AB_Powershore_03.jpg

Christian Grande, autore del progetto originale, ha elaborato la nuova aggressiva versione in collaborazione con il Centro Stile Fiat Group Automobiles. Alle grafiche speciali si uniscono elementi di puro stile racing che impreziosiscono il "Powershore" in tutte le sue parti, dalla coperta agli interni, dai sedili di pilotaggio alla plancia. Un originale sistema di stivaggio con valigie e beautycase sostituisce i tradizionali armadi e cassetti.

L'elaborazione Abarth incontra ancora una volta la potenza e l'affidabilità dei motori Yamaha e il modello F350 impiegato sul Powershore Abarth SP è l'unico 8 cilindri del mercato e rappresenta il vertice dell'evoluzione tecnologica del settore.

Con i tre fuoribordo Yamaha V8 da 350 cavalli, preparati appositamente per questa esclusiva versione, il mezzo possiede un'accelerazione capace di incollare piloti e passeggeri agli schienali.  Il tuning realizzato da Abarth con i tecnici del cantiere Sacs e i collaudatori della Yamaha ha generato un maxi rib in grado di volare sulle onde a 62 nodi, equivalenti a una sensazione di velocità su strada di almeno 250 km/h. 

Il Powershore Abarth SP sa però concedere anche momenti di evasione in completo relax, planando ad appena 12 nodi e navigando in crociera tra 15 e 35 nodi per contenere i consumi. Per compiere veloci trasferimenti, si può invece contare su un'andatura di addirittura 48 nodi a 5000 giri/minuto.

Grazie alla ottimale tenuta di rotta, non sono necessarie correzioni sulla ruota di timone, nemmeno alle più alte velocità. Le virate di raggio ridotto a forte andatura generano scariche di adrenalina anche tra coloro che sono abituati a correre in pista e sarebbe eccitante provarlo tra le boe di un circuito di gara.

La sua livrea, ricca di contrasti cromatici, dipinta con i tipici colori Abarth, decorata dagli scudetti e dai fregi della casa dello scorpione, cattura l'attenzione per la perfetta integrazione dello stile sportivo con quello nautico.

Gli ospiti sono accolti in un pozzetto versatile, arredato con un divano e protetto da un tendalino parasole a scomparsa. Il mobile cucina è attrezzato con grill, lavello e frigo, mentre dallo schienale del divano, con una sola mossa, esce un tavolo per gli aperitivi.

I prendisole di prua e di poppa si estendono su una superficie complessiva di ben 8 metri quadrati, sono rivestiti con tessuti impermeabilizzati di alta qualità e sono saldamente allacciati alla coperta per resistere alle elevate velocità. Nella cabina l'atmosfera è resa intrigante da arredi moderni in bianco e nero e dall'uso di borse e valigie griffate sistemate in spazi dedicati. Il bagno è dotato di un soffione doccia illuminato da suggestive luci led colorate.

Riproduzione riservata © 2023 - PB

ultimo aggiornamento: 07-10-2009