Il salto con la corda è sicuramente uno degli esercizi più indicati se ci si vuole allenare e allo stesso tempo perdere peso.

Se avete intenzione di mettervi in gioco per allenarvi seriamente e provare a dimagrire, il salto con la corda è senza dubbio un modo molto valido per farlo. In questo articolo andremo a vedere esattamente i pregi di questo tipo di allenamento presentandovi anche un circuito con un programma per ottenere dei risultati dal punto di vista del fisico.

CIRCUITO PLANK ADDOMINALI

Salto con la corda: cosa è e come allenarsi

salto con la corda
salto con la corda

Il salto con la corda, detto anche salto alla corda o skipping rope, è un modo per allenarsi in modo aerobico molto impiegato per stimolare la resistenza cardiovascolare generale e per aumentare il consumo calorico allo scopo di dimagrire.

Questo tipo di allenamento attiva soprattutto il metabolismo ossidativo ma, aumentando l’intensità oltre la soglia anaerobica, stimola anche il metabolismo anaerobico lattacido. Molti esperti del settore, inseriscono questo genere di allenamento negli aerobic circuit training sia in ambito wellness e fitness sia sportivo.

Ma come ci si allena e con qualche tipo di corda? Prima di tutto occorre scegliere l’attrezzo adatto alle proprie esigenze. Per farlo basta prendere la corda, metterla a terra, appoggiaci un piede sopra e tirare le estremità verso l’alto. Queste devono arrivare all’altezza delle spalle.

In secondo luogo bisogna vedere il movimento standard da svolgere. Per saltare in modo corretto è molto importante mantenere la pancia contratta durante tutto l’esercizio e avere le braccia immobili e lontane dal busto. Solo i polsi devono aiutare la corda nella sua rotazione.

Una volta capito come agire, noi di Pinkblog consigliamo un allenamento con il salto base a due piedi o, una volta imparato, quello alternato.

Esempio di allenamento

Di seguito proponiamo un circuito con un allenamento pensato per perdere peso e che aumenta di intensità mano a mano che si prende confidenza. Precisiamo che per ottenere risultati assicurati è sempre meglio rivolgersi ad un esperto del settore.

Settimana 1: tre allenamenti in tre giorni differenti da 5, 7, 8 minuti con salto della corda da effettuarsi per 10 secondi di fila a cui fa seguito una pausa da 20 secondi.

Settimana 2: tre allenamenti in tre giorni differenti da 7, 9 e 12 minuti con il salto da effettuarsi per 15 secndi di fila e una pausa da 10 secondi.

Settimana 3: tre allenamenti in tre giorni differenti da 10, 12, 15 minuti con il salto da effettuarsi per 20 secondi di fila e una pausa da 10 secondi.

Settimana 4: tre allenamenti in tre giorni differenti da 13, 16, 20 minuti. Stesse tempistiche per durata continua e pause.

A seconda della vostra preparazione potreste leggermente diminuire o aumentare la durata degli esserci ma cercate di rispettare le pause. Il consiglio, prima di partire con il salto della corda è quello di riscaldarvi almeno 3-5 minuti con un po’ di stretching.

Riproduzione riservata © 2022 - PB

ultimo aggiornamento: 26-10-2022