Qual è il significato di Senza Fine di Gino Paoli e Ornella Vanoni? E’ una delle canzoni d’amore più belle e struggenti di sempre.

Una canzone che Gino Paoli, su richiesta di Ornella Vanoni, scrisse in solo trenta minuti. Stiamo parlando di Senza Fine, uno dei brani d’amore più struggenti dell’intero panorama musicale italiano: vediamo il significato e il testo.

Senza Fine di Gino Paoli e Ornella Vanoni: il significato della canzone

Uscita nel 1961, Senza Fine di Gino Paoli e Orella Vanoni continua ad essere una delle canzoni d’amore più belle di sempre. All’epoca i due artisti avevano una relazione e il cantautore ha scritto il testo pensando proprio alla sua dolce metà. Anche se la loro unione è giunta al capolinea, sono stati in grado di costruire un’amicizia “senza fine“.

Non m’importa della luna
Non m’importa delle stelle
Tu per me sei luna e stelle
“.

La canzone racconta di un sentimento fortissimo, lo stesso che spinge gli innamorati a non desiderare altro che la presenza dell’altro.

Non hai ieri e non hai domani
Tutto è ormai nelle tue mani
Mani grandi
Mani senza fine
“.

Un grande amore fortissimo, quello che provava Gino Paoli per Ornella Vanoni. Nel brano, non a caso, il cantautore fa anche un omaggio alla parte del corpo della sua amata che più apprezzava: le mani. In una vecchia intervista, l’artista ha dichiarato: “Quando la conobbi, la cosa che mi affascinava di più in lei erano le sue mani, mani grandi, che potevano raccogliere tutto, che ti potevano proteggere“.

Ecco il video di Senza Fine di Gino Paoli e Ornella Vanoni:

Senza Fine: il testo della canzone

Senza fine
Tu trascini la nostra vita
Senza un attimo di respiro…

Continua per il testo integrale

Riproduzione riservata © 2024 - PB

feed

ultimo aggiornamento: 25-01-2024