Abiti da sposa

Quando pensiamo agli abiti da sposa, subito ci vengono in mente gli splendidi vestiti nuziali indossati da icone della moda di ieri e di oggi nel giorno più importante della propria vita. Gli abiti nuziali indossati dalle spose nel giorno delle nozze hanno sempre goduto di un certo fascino e storicamente hanno fatto letteralmente la storia del costume e del mondo della moda. Con stili differenti a rappresentare epoche differenti.

Già in epoca romana le donne si sposavano con una tunica legata con un nodo che lo sposo doveva sciogliere. In testa un velo giallo, simbolo della dea Vesta, protettrice del focolare domestico. Durante il Medioevo i matrimoni tra nobili, che sancivano non tanto l’amore, quanto l’unione tra regni e casati, erano di colori sgargianti e materiali preziosi. Nel corso della storia degli abiti da sposa, questi vestiti hanno sempre rappresentato lo stile dell’epoca, legandosi profondamente alla moda del momento.

Lo strascico è stato introdotto intorno al 1500 e ancora oggi riscuote molto successo. Mentre l’abito bianco come siamo abituati a concepire oggi è conquista recente: intorno al 1840 le spose hanno iniziato a indossare un abito bianco per copiare quello indossato dalla regina Vittoria nel giorno del matrimonio con Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha.

Gli abiti da sposa in stile 800 per essere romantica

Colori degli abiti da sposa

Il bianco è diventato il colore della sposa nella cultura occidentale. Perché indica la purezza (e un tempo anche la verginità) ed è entrato in uso comune come simbolo tradizionale del giorno delle nozze. Ma in altre culture è differente. Ad esempio in Cina gli abiti nuziali sono rossi, nuance che porta fortuna. Stesso colore anche per le spose vietnamite e indiane, anche se quest’ultime optano anche per il verde, colore che indica la fertilità. In Giappone le spose indossano più vestiti, ma il kimono tradizionale è sempre bianco. Nelle Filippine uomini e donne sfoggiano lo stesso look, il Barong Tagalog, abito nuziale tradizionale.

Abiti da sposa semplici

Oggi gli vestiti nuziali si suddividono in diversi stili. Ci sono gli abiti da sposa semplici, quelli scelti soprattutto dalle più giovani e dalle donne più mature. Vestiti scivolati, che indosseresti anche fuori dalla chiesa in un giorno normalissimo e non in una cerimonia così importante come quella del tuo matrimonio. Ma con ricami e dettagli che fanno la differenza, per un’eleganza sublime che passa proprio attraverso la semplicità.

Stella McCartney: collezione abiti da sposa per l’estate

Abiti da sposa da principessa

Contrapposti agli abiti da sposa semplici, ci sono gli abiti da sposa da principessa. Sono più pomposi, più ampi, più decorati, più ricchi di dettagli. Le gonne sono voluminose e i corpetti di solito a cuore o senza spalline, ma esistono anche modelli con maniche a sbuffo, magari in tulle trasparenti. Ricordano proprio quei vestiti da principessa che le bambine sognano da piccole. Di solito sono la scelta delle spose più romantiche e anche tradizionaliste.

Gli abiti da sposa in stile principessa da scegliere tra i modelli più originali

Abiti da sposa economici: outlet e low cost

Infine, una bella notizia. Si pensa sempre che gli abiti da sposa costino una fortuna. Ed è vero se si scelgono i modelli dei brand più prestigiosi oppure le boutique più alla moda e trendy del momento. Ma per chi non vuole spendere una fortuna per un vestito che indosserà solo un giorno ci sono delle soluzioni per indossare abiti da sposa economici che faranno comunque girare la testa a tutti.

Possiamo seguire la strada degli abiti da sposa a noleggio o di seconda mano, molto in voga in questo momento in cui l’economia circolare dovrebbe guidare ogni nostra scelta. Oppure possiamo fare acquisti in outlet, ce ne sono moltissimi e non solo nelle grandi città. Senza dimenticare che molti brand economici hanno la loro linea di abiti da sposa low cost!

Iscriviti alla nostra newsletter