Diritti delle donne

Diritti delle donne


La lotta per i diritti delle donne è cominciata moltissimi secoli fa, quando le donne hanno preso coscienza di non essere solamente degli oggetti, solamente delle mogli o delle madri, ma anche delle persone con determinati doveri e determinati diritti. Il femminismo e la lotta per i diritti delle donne continua ancora oggi: in molti paesi del mondo questi sono negati, ma se si pensa ai casi di femminicidio e di violenza sulle donne in Italia, anche nel nostro paese non abbiamo ancora ottenuto i risultati sperati.

Sin dai tempi della rivoluzione francese e poi con più fervore nell'Ottocento, epoca dell'illuminismo, e nel Novecento, periodo nel quale le donne hanno lottato duramente per i propri diritti, sono molte le richieste del sesso femminile. Innanzitutto si chiede la parità politica, sociale ed economica, cosa che ancora oggi è molto difficile da realizzarsi, visto che la discriminazione delle donne sui luoghi di lavoro e in politica è molto alta, nonostante la battaglia per le quote rosa, ad esempio.

Tra i diritti delle donne inalienabili che spesso non vengono garantiti, abbiamo quello culturale, politico e sociale, che relega le donne in posizioni di secondo piano. In passato i movimenti femministi e di donne in tutta Europa hanno duramente lottato, ad esempio, per il diritto al voto, negato in Italia fin dopo la seconda guerra mondiale, quando finalmente il suffragio è diventato universale.

Ma tante altre sono state le battaglie per i diritti delle donne: in Italia, ad esempio, abbiamo avuto la battaglia per rendere legale il divorzio e anche per l'aborto.

Archivi

Archivi per mese

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007