Amicizia tra donne, la psicologia spiega perché esiste la sorellanza

Le donne possono essere più che amiche, sorelle. In alcune relazioni si crea una tale empatia rendere due amiche una cosa sola. È un fenomeno reale e bellissimo.

L’amicizia tra donna è molto comune, anche se poi quelle davvero vere sono poche. In questi casi rarissimi s’istaura un rapporto di sorellanza, che supera la semplice amicizia. Si creano situazioni di empatia, solidarietà, supporto fisico e morale. Le amicizie nate a scuola, per esempio, sono fortissime e sono anche una risorsa fondamentale perché la ragazza superi una fase della vita che per definizione è complessa e ricca di cambiamenti.
lipstick jungle
Non tutte le persone però sono predisposte all’amicizia. Esistono donne, ma vale anche per gli uomini, individualisti che trovano la forza dentro di sé e probabilmente solo nel loro nucleo familiare. La sorellanza, infatti, è un’opportunità e una risorsa, ma non tutti la sanno cogliere. È poi anche importante superare il concetto di “per tutta la vita”.

Una buona amicizia può finire, proprio come l’amore. Le persone si evolvono e prendono strade diverse. Si può perdere interesse in una persona o in un certo stile di vita e di conseguenza il rapporto così simbiotico potrebbe anche svanire: questo non deve assolutamente mettere in dubbio il valore della relazione. Finché è durata è stata vera e sincera.

Le donne conoscono meglio degli uomini questo genere di amicizia fraterna, perché sono più disposte a comunicare tra loro. Si aprono, si raccontano e soprattutto si confrontano e ascoltano. Quello che può determinare un problema è sicuramente la competizione. L’idillio si può incrinare con l’invidia, le chiacchiere, le malelingue e magari il senso di inferiorità.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail