Pasqua, i portatovaglioli in pasta di sale a forma di ovetto

Pasqua si avvicina! Diamo qualche attenzione in più alla tavola, rendendola unica. Magari con degli adorabili portatovaglioli in pasta di sale a forma di ovetto

Pasqua 2015 è ormai alle porte: la Settimana Santa inizierà ufficialmente fra tre giorni e il tempo per preparare tutto al meglio, in vista della festa, stringe. E la tavola, regina di questa occasione conviviale, sappiamo già come decorarla?

Per renderla davvero unica e colorata, vale la pena sporcarsi un po' le mani, magari facendosi aiutare anche dai piccoli di casa. Perché quindi non realizzare con il fai da te tante decorazioni originali e ricercate, coccola per gli ospiti che vengono a trovarci e anche grande soddisfazione personale?

Il suggerimento di Pinkblog è di puntare sulla pasta di sale, utilizzandola per creare dei portatovaglioli colorati a forma di ovetto. Semplici da fare e di sicuro effetto, questi gingilli renderanno il desco di casa più allegro che mai.

Pasta_sale_pasqua_portatovagliolli_ovetto

Per questo progetto ci serviranno: panetto di pasta fatto seguendo la ricetta base, colori acrilici delle nuance preferite, pennarello acrilico argento o oro (opzionale), rocchetto di cordino o nastro, coppapasta ovoidale, flatting trasparente testato per contatto con alimenti, utensili da cucina vari.

Stendiamo la sfoglia sul piano da lavoro con il matterello ad uno spessore di 4-5mm, dopo di che intagliamola con il coppapasta a uovo. Su ogni ovetto pratichiamo due forellini laterali (ci serviranno per far passare il nastrino o la corda a lavoretto ultimato) e inforniamo a 70° C per qualche ora su una teglia foderata con carta pergamena.

Quando i lavoretti saranno cotti e freddi possiamo passare alla divertente fase della decorazione. Usiamo la pittura acrilica pura da stendere con i pennelli o anche in modo più artistico con l'ovatta o con eventuali timbrini che abbiamo in casa.

Quando la pittura si è asciugata possiamo finire il lavoro usando i pennarelli acrilici, utili ad esempio a scrivere sui portatovaglioli i nomi dei commensali. In ultimo, spennelliamo con una generosa mano di flatting e lasciamo all'aria per far seccare completamente ed eliminare l'odore chimico.

Al momento di apparecchiare la tavola di Pasqua tagliamo il nastrino o la corda e usiamo i buchi laterali degli ovetti come occhielli per legarli. Posizioniamo il tovagliolo in mezzo e chiudiamo con un fiocchetto dietro. Risultato davvero carinissimo.

Foto | da Pinterest di Belinda Wilson

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 26 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail