Donne al volante, gli stereotipi che non sopportiamo più

Quali sono gli stereotipi più diffusi sulle donne che guidano? Ecco un elenco di frasi da abolire.

Gli stereotipi sulle donne al volante non si contano più. Sono anni che veniamo assillate con battute, frasettine (spesso cariche di mancanza di fiducia) e commenti sgradevoli sulla nostra guida, come se condurre un auto fosse una cosa “strettamente maschile”. Ci pare non ci sia questa indicazione sul libretto dell’auto e che, più volte, le assicurazioni abbiano indicate le donne come molto più affidabili e prudenti. Ecco quindi gli stereotipi che non tolleriamo più:


  • Donne al volante pericolo costante
  • Donne e motori son gioie e dolori
  • Sicuramente non sai parcheggiare
  • Che macchina grande? Tuo marito avrà pensato di proteggerti in caso di incidente
  • Ma quella non è una macchina da donna
  • (Versione contraria) Le utilitarie sono macchine da donnette
  • Sai che cos’è lo specchietto? Esatto quella cosa con cui ti trucchi
  • Ah perché guardi anche nel retrovisore?
  • Le marce arrivano anche alla quarta…
  • Distributore automatico: cosa da uomini…
  • Le donne hanno il patentino locale, in autostrada non guidano
  • Questo non è un percorso per mamma, meglio che guidi papà…
  • Dai, schiaccia quel pedale, sei praticamente ferma..
  • Lo sai che quello tutto a sinistra è la frizione, non è un altro freno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail