Paralimpiadi Rio 2016: storie e successi delle atlete in gara

Le storie delle donne italiane che gareggiano alle Paralimpiadi Rio 2016 dal 7 al 18 settembre

Iniziano oggi le Paralimpiadi di Rio 2016, i giochi olimpici dedicati ai disabili che vedranno in gara atleti provenienti da ogni parte del mondo che convivono con malattie degenerative, amputazioni, malformazioni e cose che noi non possiamo neppure immaginare. Ragazzi e ragazze che hanno trovato la forza nello sport e che proprio grazie a questo sono diventati ancora più forti e determinati.

Alle Paralimpiadi di Rio 2016 sono in gara atlete italiane meravigliose e forti, vediamo insieme alcune delle loro storie, quelle più forti e dure, quelle che possono esempio uno stimolo per tutte noi.

Beatrice Maria Vio, per tutti Bebe, è una giovane fiorettista in carrozzina che all’età di 11 anni ha perso braccia e gambe per una meningite aggressiva. Ha affrontato la malattia con forza e grazie allo sport è rinata una seconda volta. Anche Veronica Yoko Plebani si è scontrata con la meningite ed adesso è una campionessa specializzata in canoa che mira alla medaglia olimpica. Giusy Versace è una delle atlete paralimpiche più famose, ha perso entrambe le gambe in un terribile incidente in auto ed adesso corre grazie alle due protesi ed è una campionessa mondiale.

Francesca Porcellato è una campionessa di ciclismo femminile vive sulla sedia a rotelle a causa di un incidente avuto a soli 18 mesi Martina Caironi è la portabandiera della spedizione italiana a Rio, è una campionessa di corsa nei 100 metri piani che ha vinto l’oro a Londra 2012, è l’unica atleta che è stata capace di scendere sotto i 15” e ha una protesti alla gamba.

Tra le atlete più brave ci sono anche Monica Contraffatto, la bersagliera che ha perso una gamba nel 2012 durante una missione in Afghanistan e poi Federica Maspero che è una velocista biamputata e poi Arjola Dedaj che è una velocista cieca e Assunta Legnante, anche lei cieca, che è una campionessa di lancio del peso. Silvia Veratti e Sara Morganti le aspettiamo in sella ai loro cavalli.

Queste e tantissime altre storie che potremo vedere in televisione su Rai 2 e Rai Sport 1,da stasera fino al 18 settembre.

Foto | Facebook e Instagram delle atlete

  • shares
  • Mail