Davos, investire sulle donne è la nuova strategia di business

Christine Lagarde

In occasione del World Economic Forum, in corso di svolgimento in questi giorni a Davos, è tornato in auge il problema delle quote rosa, in merito ad un'analisi di un problema pressante nell'Unione Europea, ovvero la crescita economica. Christine Lagarde ha sottolineato come un investimento sulle donne nel mondo del lavoro e dell'economia possa essere una soluzione.

Quando le donne lavorano meglio, l'economia va meglio, queste le parole del Direttore Operativo del Fondo Monetario Internazionale, che è convinta che l'economia internazionale debba puntare tutto sulle donne. Moltissime le aziende che devono abbracciare questa filosofia, se vorremo uscire dalla crisi e rilanciare l'economia.

Christine Lagarde è intervenuta con queste parole in occasione dell'apertura del 43esimo Meeting Annuale del World Economic Forum (WEF), che ha luogo a Davos, in Svizzera. Secondo i dati resi noti, investire nelle donne nel mondo del lavoro non deve essere più solo un'utopia, ma una realtà sempre più presente nelle aziende di tutto il mondo.

La situazione al momento è preoccupante, con 202 milioni di persone che in tutto il mondo cercano un lavoro. C'è bisogno di crescere e il 2013 sarà l'anno decisivo secondo Christine Lagarde. L'ex ministro francese sottolinea come sia importante garantire le pari opportunità nel mondo del lavoro:

Non è più accettabile bloccare le donne dal raggiungere il loro potenziale: uno studio recente mostra come aumentare il tasso di occupazione femminile allo stesso livello di quello maschile si tradurrebbe in un balzo significativo del pil.

Le aziende recepiranno questo importante messaggio? Riusciremo ad uscire dalla crisi, ricominciando a crescere, proprio grazie ad una maggiore occupazione femminile?

Foto | Flickr

Via | The Daily Beast

  • shares
  • Mail