Le dediche per la Festa della mamma ispirate dai grandi personaggi della storia

Scrivere una dedica per la Festa della mamma per alcuni figli è un compito complicato, ecco perché abbiamo selezionato delle dediche ispirate dai grandi personaggi della storia.




Ecco un piccolo aiuto per rendere davvero speciale il biglietto per la Festa della mamma. Di seguito trovate numerose dediche, scritte da scrittori, uomini di stato e intellettuali della storia molto importanti. C’è anche una frase di Forrest Gump, che non è sicuramente un personaggio reale, ma ha contribuito a fare un più grande la storia del cinema contemporaneo.


  • La mia sola consolazione, quando salivo per coricarmi, era che la mamma venisse a darmi un bacio non appena fossi stato a letto. (Marcel Proust)

  • Nessun linguaggio può esprimere il potere, la bellezza, l’eroismo dell’amore materno. (Edwin H. Chapin)

  • Mi strinsi al fianco della mamma…..ed ancora sentii addosso i suoi bei capelli- come l’ala di un angelo-pensavo, e fui davvero felice! (Charles Dickens)

  • Le storie ascoltate la prima volta in braccio alla mamma non saranno mai completamente dimenticate. (Giovanni Ruffini)

  • La mano che fa dondolare la culla è la mano che regge il mondo. (William Ross Wallace)

  • La parola “mamma” all’orecchio di un bambino suona magica in tutte le lingue. (Arlene Benedict)

  • Mia madre ha lasciato una brillante impressione sulla mia infanzia. Splendeva per me come una stella della sera. (Winston Churchill)

  • Mamma diceva sempre: la vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita. (Forrest Gump, 1994)

  • Le madri sono facilmente gelose degli amici dei loro figli, quando questi conseguono successi particolari. Una madre ama di solito in suo figlio più sé che il figlio stesso. (Friedrich Nietzsche)


Non perdete tutti i nostri post dedicati alla Festa della mamma.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail