Tutti gli uomini di Cannes 2013: come sono cambiate le star da ieri a oggi?

Calcano la croisette con il loro fascino intramontabile, ma come sono cambiati da ieri a oggi gli uomini di Cannes 2013?

Gli uomini di Cannes 2013

Bellissimi, tenebrosi, fascinosi, sbarazzini, irresistibili, eleganti: sono gli uomini che calcano il celebre tappeto rosso del Festival di Cannes ogni anno. Sono attori, registi, personaggi del mondo dello spettacolo, degnamente accompagnati dalle loro partner, altrettanto splendide. Si, ma se il fascino di questi signori resta intramontabile, come ha segnato l'età il loro volto e il loro fisico? Vediamo lo ieri e oggi degli uomini più interessanti di Cannes 2013.

Partiamo dal bel Leonardo DiCaprio, classe '74. In questi giorni lo abbiamo visto aggirarsi sulla croisette con la stessa disinvoltura che ha il suo Jay Gatsby nel film The Great Gatsby. Eppure Leo, una volta tanto amato dalle teenager per quel visino angelico, i tratti quasi femminei e dolcissimi e il suo sguardo da birbante del quartierino, oggi è un signore un po' appesantito dagli stravizi. La barbetta incolta di piace, ma non per nascondere quel doppio mento da commendatore, proprio no!

Se la cava meglio Alec Baldwin, che a 55 anni mostra con fierezza i suoi capelli sale e pepe, imitando lo stile del collega George Clooney. Il suo fisico ha fatto un po' di yo-yo negli anni, ma a Cannes è apparso in forma e tonico. Chissà se la sua ex moglie storica, la divina Kim Basinger, ci rifarebbe un pensierino vedendolo. Di certo lui è super sposato con la sua insegnante di yoga adesso, probabilmente l'artefice della sua ritrovata forma. Ah, che fanno le donne!


Gli uomini di Cannes 2013

Gli uomini di Cannes 2013 - Leonardo DiCaprio
Gli uomini di Cannes 2013 - Alec Baldwin
Gli uomini di Cannes 2013 - Clive Owen

Ma parliamo di Clive Owens (classe 1964), il bel principe dagli occhi di ghiaccio che è a Cannes per il film fuori concorso Blood Ties, di Guillaume Canet. Per il celebre protagonista di Inside Man pare che il tempo si sia proprio fermato. Certo, la freschezza di quasi due lustri fa, un po' si è sciupata, lasciando però il posto ad uno stile più compito, uno sguardo più profondo e un'aria un po' da nobile in vacanza. Pollice in alto, Clive ci piace sempre!

Lo stesso non possiamo dire di Benicio Del Toro, più giovane di Owens di tre anni eppure di tutt'altra pasta fatto. Il film in concorso al Festival, che lo vede protagonista è Jimmy P., la storia drammatica di un indiano d'America della tribù dei Piedi Neri, reduce dalla Seconda Guerra Mondiale. Non sappiamo se le esigenze di copione hanno influito sul suo look trasandato di questi giorni, di certo quei capelli tinti e disordinati, uniti all'aria dimessa non alleggeriscono certo il giudizio. E dire che era solo il 1998 quando lui e Johnny Depp mietevano successi fra il pubblico femminile in Paura e delirio a Las Vegas. Come passa il tempo.

E David Hasselhoff? È stato il bagnino più amato degli anni 90, quando camminava mano nella mano con la sua mogliettina e collega Pamela Bach (no, con la Anderson pare ci fu solo un flirt, ma nulla di più). Oggi David ha 60 anni e una consorte nuova di zecca che ha la metà dei suoi anni, la frizzante Hayley Roberts. E vogliamo proprio dirla tutta? Nonostante gli anni David ha ancora un fisico e un portamento di tutto rispetto. Quando si è giovani dentro!

Giovane anche fuori e sulla carta di identità è poi Justin Timberlake, alias il signor Biel. Da giovanissimo lo ricordiamo leader e vocalist degli 'N Sync, la boyband nata nel pieno periodo di fioritura dei gruppi formati da talentuosi e carini ragazzetti. Allora Justin portava i capelli legati in simpatiche treccine afro, oggi invece lo vediamo a promuovere Inside Llewyn Davis, l'ultima fatica dei fratelli Coen in cui ha una parte, ben pulito e pettinato, in smoking nero con gemelli in tinta ai polsini. L'infant terriblé è cresciuto insomma.

Gli uomini di Cannes 2013 - Benicio Del Toro
Gli uomini di Cannes 2013 - David Hasselhoff
Gli uomini di Cannes 2013 - Justin Timberlake

Così come è cresciuto Matt Demon, che tutti ricordiamo nella struggente parte che recitava ne La leggenda di Bagger Vance, in cui era Rannulph Junuh, il protagonista. Accadeva solo nel 2000. A distanza di soli 13 anni Matt ha un'aria da geometra del catasto, con maglioncino dalla tonalità indecisa, occhialetto da intellettuale, capello tenuto in forma con un accenno di gel e aria sperduta. Voi direte "E, ma la foto di cui parlate è stata scattata di giorno, in un momento di relax". Si, però a tutto c'è un limite.

E poi non dite che un po' di torcibudella non ve lo ha fatto venire anche Keanu Reeves (nato nel '64), il bellissimo Neo di Matrix, avvistato al molo appesantito e stanco. Di certo la bravura dell'attore canadese supera qualsiasi considerazione estetica. Però quello sguardo fiero che tanto ci ha fatto sognare ne L'avvocato del diavolo, pare proprio fiaccato dal tempo. Ma che peccato.

Arzillo se ne andava per Cannes, invece, il 73enne James Caan, che al grande pubblico è divenuto noto grazie alla sua interpretazione di Santino Corleone nel film Il Padrino di Ford Coppola. Anche Caan, come Owens, è a Cannes per il film Blood Ties, in cui recita una parte. Di certo è uno dei protagonisti più agè della nostra lista e nella sua eleganza di uomo maturo, dobbiamo ammettere che dà punti a tanti altri attori più giovani ma meno curati.

Gli uomini di Cannes 2013 - James Caan
Gli uomini di Cannes 2013 - Matt Damon
Gli uomini di Cannes 2013 - Keanu Reeves

Un altro grande che ci piace sapete chi è? Michael Douglas, che come da buon DNA tramandato dal padre, mantiene anche a 68 anni, la sua sexy mascella volitiva. Reduce da problemi seri di salute, fortunatamente risolti, Michael ha prestato il volto per il film di Steven Soderbergh Behind the Candelabra, in concorso al Festival. Era il 1997 quando Douglas venne immortalato in una foto iconica in cui affonda le mani nel cemento durante una cerimonia in suo onore al celebre Teatro Cinese Grauman di Hollywood. Scatto bellissimo, ma quella forza sappiamo che Michael l'ha ancora dentro, anche se tenta di nasconderla dietro alle lenti scure degli occhiali da sole.

Parlando di registi, pare che il tempo contribuisca ad affinarli nei modi e negli stili. Di chi parliamo precisamente? Ma di Steven Spielberg che, abbandonato l'odioso cappellino onnipresente (lo aveva anche al Film Festival di Venezia del 2004!), si concede completi scuri e gala in tinta. Certo, il look finale pare quasi da simposio da premio Nobel piuttosto che da Palma d'Oro, però bisogna ammettere che Steven fa la sua figura. Neppure da paragonare lo ieri e oggi dei fratelli Joel ed Ethan Coen. Capelloni una volta, molto più sobri e posati oggi.

Concludiamo con una perla di casa nostra, Riccardo Scamarcio. Bello e dannato, corteggiato, amato da tutte, soprattutto dalla sua cougar woman, Valeria Golino, che lo tiene sempre accanto a se. Viene da chiedersi se l'attrice non sia un po' vampira in effetti: ma che fine ha fatto la vitalità e il sorriso del giovane 33enne? Succhiati via? Scusa Ricky, ma quella posa un po' da pensionato in attesa del giornale proprio non ci scende e non ci sale. Specie se ricordiamo la tua aria sbarazzina e scanzonata di Venezia 2005. Erano solo otto anni fa, ma dove sei finito adesso?

Gli uomini di Cannes 2013 - Steven Spielberg
Gli uomini di Cannes 2013 - Michael Douglas
Gli uomini di Cannes 2013 - Riccardo Scamarcio
Gli uomini di Cannes 2013 - Fratelli Coen
Gli uomini di Cannes 2013 - Billy Crudup
Gli uomini di Cannes 2013 - Christoph Waltz
Gli uomini di Cannes 2013 - Adrien Brody
Gli uomini di Cannes 2013 - Ang Lee

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail