Viaggio on the road fra amiche: come organizzarlo al meglio

Il fascino del viaggio on the road fra amiche non ha confini temporali. Ma ha anche le sue regole organizzative per essere perfetto. Vediamo quali sono.

Con l'estate vicinissima e il clima che si fa più mite e più piacevole, viene spontaneo pensare alle imminenti vacanze. E se ancora non abbiamo una meta, ci siamo lasciate sfuggire una ghiotta offerta sui siti di viaggi online o semplicemente non siamo riuscite a sapere per tempo i giorni di ferie per organizzarci, nessuna paura. C'è ancora almeno un mese di tempo per pianificare un emozionante viaggio on the road fra amiche. Vediamo quali sono le regole affinché sia perfetto.


  • Appurare le disponibilità di tutte - Questo step è fondamentale ed è un passaggio che va fatto il prima possibile per varie ragioni. Una su tutte è quella della pianificazione del budget: se viaggiate in auto o dovete noleggiarne una, i pedaggi autostradali ed eventualmente anche la sistemazione nelle camere d'albergo (dovrete pur sapere se prendere singole, doppie o triple prima che i posti finiscano!) vi servirà avere dei numeri certi. È inoltre un modo per potersi suddividere compiti e responsabilità. Il che è molto utile per fare tutto prima e meglio.


  • Calcolo del percorso - Nel viaggio on the road la meta non è importante quanto i kilometri macinati in se stessi. Ecco perché è fondamentale mettersi a tavolino assieme alle compagne di viaggio e fare una stima delle tappe, dei costi e delle distanze fra una e l'altra. Se vi siete date un budget sarete più pronte a eliminare, aggiungere o modificare le soste in modo da rientrarci. Ad esempio, se contavate di fare una puntatina in una città d'arte non proprio a buon mercato, magari potete ridurre i giorni di pernottamento oppure sostare in un paese vicino, con costi di alloggio ridotti.

  • Le prenotazioni - Si, il fascino dell'ignoto è accattivante, ma viaggiare con il dubbio di trovare chiusa una struttura o full un hotel è particolarmente stressante. Specie nella stagione estiva, in cui la gente è più spesso fuori casa. Il consiglio è quello di telefonare ai box office degli eventuali musei che volete visitare per avere conferma su aperture, offerte e orari, così come sentire bed&breakfast e alberghi delle zone dove volete fermarvi per chiedere disponibilità ed eventualmente già fermare la prenotazione.

  • Il chek-up dell'auto - Se viaggiate con un'auto di proprietà non dimenticate di portarla a fare un check-up completo almeno una quindicina di giorni prima della partenza (l'ideale sarebbe anche 20-30 giorni prima se la macchina è un po' vecchiotta). In particolare fate verificare le gomme, le luci, i livelli di acqua e olio, i filtri dell'aria (in estate il condizionatore funziona a manetta e dovete essere certe che i filtri siano puliti) e ovviamente il motore. Se ci sono spie che si accendono con una certa frequenza sul quadro comandi, fate controllare con più attenzione proprio i componenti più soggetti ad avarie. In ultimo, non scordate di controllare di avere il ruotino di scorta gonfio e un cric nel bagagliaio, in caso di foratura. Viaggiare in sicurezza è vitale.

  • Gli indispensabili in macchina - Ci sono alcune cose che proprio non possono essere dimenticate a casa, ma devono essere tenute sempre in auto. Diciamo che una scorta di salviette umidificate è sempre gradita: sia in caso dobbiate darvi una ripulita veloce ma non c'è un rubinetto vicino, sia per umettarvi la fronte in caso di calura eccessiva, sia per pulirvi le mani prima di mangiare (posto che non abbiate con voi anche un gel disinfettante). Altre cose utili: una torcia, cd musicali per rendere più confortevole il viaggio, mappe cartacee aggiornate con gli autogrill e i punti di interesse segnati, cassetta del pronto soccorso, ombrelli in caso di piogge improvvise, rubrica coi numeri utili da contattare in caso di guasti o pronto intervento in strada.

  • La navigazione sicura - Che usiate un navigatore da attaccare al cruscotto o uno smartphone adibito a svolgere questo compito, siate sempre certe di avere disponibile sul device l'ultimo aggiornamento mappe dei luoghi che andate a visitare. E siccome a volte anche la tecnologia più accurata perde colpi a causa di segnale gps scarso o assente o altri problemi oscuri, prima di partire fate in modo di cercare su google maps il vostro itinerario e di stamparlo con tutte le indicazioni suggerite. In questo modo avrete sempre una versione cartacea facilmente consultabile del vostro percorso.

  • La guida sicura - Inutile che ve lo dica Pinkblog perché questo già lo sapete: la macchina è un arma se usata con poca attenzione e per questa ragione serve prudenza alla guida. Non solo cinture, rispetto di velocità consentite e distanze di sicurezza sono indicazioni da seguire con scrupolo. Siccome la calura estiva ha effetti terribili, specie su noi donne che siamo soggette a cali repentini di pressione, facciamo in modo di assecondare il nostro corpo integrando liquidi, zuccheri e sali minerali all'occorrenza. E non sottovalutiamo l'importanza del riposo: quando siamo stanche o non ci sentiamo bene lasciamo chiavi e comando a un'amica. Ne va della sicurezza di tutte.

  • Per evitare di sprecare il tempo - Visto che magari non abbiamo a disposizione molti giorni, facciamo sempre in modo di ponderare le soste, preparando itinerari storici-ludici-gastronomici a puntino. Più avremo ben chiara la scaletta dei giorni di viaggio, più potremo ottimizzare il tempo disponibile e tornare a casa piene di belle esperienze da raccontare. È importante anche far turnare l'uso di macchine fotografiche e videocamere, in modo da godersi al meglio tutto senza preoccuparsi che tutte abbiano scattato o ripreso il panorama. Alla fine il materiale multimediale potrà essere riunito in un dvd unico e duplicato. Poco stress e massima resa.

Buon viaggio Pinkolettrici!

Foto | da Pinterest di Eve Dufour

  • shares
  • Mail