L’Astor Suite del Plaza Hotel di New York costa 165 mila dollari al mese: una cifra faraonica, che solo poche persone possono permettersi, anche se i grandi ricchi sono più numerosi di quanto si pensi.

Questo spazio ricettivo, in una delle zone più eleganti di New York, è stato pensato per ospiti famosi o di sangue blu. Nel corso della sua storia, vi ha soggiornato anche John F. Kennedy. Attualmente è di proprietà di Jurgen Friedrich, boss di Esprit in Europa, che ha creato un’ambientazione simile a quella del castello di Windsor.

Manufatti artigianali, tappezzerie preziose, mobili intagliati, alti soffitti: tutto concorre alla magia di questo sfarzoso appartamento con cinque camere da letto, sei bagni, biblioteca privata, soggiorno ed altre amenità, che trovano un degno sigillo nella vista mozzafiato di cui si gode sul mondo esterno.

Ricordiamo che il mitico Plaza Hotel appartiene da un po’ di tempo al conglomerato indiano Sahara India Pariwar, le cui attività spaziano dalle compagnie aeree, ai resort di lusso, passando per i media e la finanza.

In precedenza il suo controllo faceva esclusivamente capo all’imprenditore israeliano Isaac Tshuva di Elad Properties e al principe saudita Al-Waleed bin Talal di Kingdom Holdings.

L’albergo, costruito nel 1907, è stato sottoposto qualche anno fa ad una lunga ristrutturazione, costata 400 milioni di dollari. Solo grazie all’impegno dell’allora sindaco Bloomberg è stato possibile conservare una parte della sua identità.

Il proprietario dell’epoca era infatti deciso a convertire tutta la struttura in un condominio di lusso. Le stanze sono ora passate dalle 805 iniziali alle 207 attuali, proposte a più di mille euro a notte. Gli altri spazi sono stati destinati alla creazione di 181 appartamenti, comprati da facoltosi uomini d’affari che si sono assicurati una quota di questo simbolo della Grande Mela.

Via | Bornrich.com

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Viaggi Leggi tutto