Come lucidare il parquet senza graffiarlo

Alcune persone rinunciano al legno in casa, per non doverlo lucidare. Non è un pavimento facilissimo, ma bisogna superare l’idea che mantenerlo pulito sia una schiavitù. Ecco quindi i consigli di Pinkblog.




Lucidare il parquet non è complicato, semmai può essere un po’ faticoso, soprattutto quando bisogna stendere la cera. Prima però di parlare nello specifico di quest’argomento, è bene fare una piccola distinzione. I parquet non sono tutti uguali: possiamo distinguere l’essenza, dal predefinito. Le case nuove ormai sono ricoperte da quest’ultimo modello, che non va lucidato e incerato.

Non commettete quindi l’errore di comprare i classici detersivi per parquet, perché rischierete aloni, strati di grasso e macchie. Prendete del sapone neutro o apposito per la tipologia di legno. Per un secchio d’acqua va circa un misurino (quindi davvero poco). L’acqua deve essere tiepida e bisogna utilizzare uno straccio (un panno morbido) molto ben strizzato. Vedrete che verrà bellissimo e ogni giorno, diventerà un po’ più luminoso.

Se invece avete la fortuna di avere un parquet “vero”, allora avete anche l’onere di tenerlo pulito. Per lavarlo, bisogna prima aspirare la polvere, poi utilizzando dei prodotti appositi passate lo straccio. Quando il pavimento sarà perfettamente asciutto potete ripassare un panno e ungere alcune venature con un olio rosato, per mantenerlo vivo. Quante volte va stesa la cera? Non tutti i giorni, ma almeno una o due volte al mese.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail