La portulaca, come si coltiva e quando piantarla

La portulaca o porcellana è una pianta della famiglia delle Portulacaceae: originaria dell'America del Sud, in particolare di paesi come il Brasile, l'Argentina e l'Uruguay, è molto diffusa anche nel nostro paese, con più di 200 specie di piante erbacee.

portulaca

La portulaca è una bellissima pianta da appartamento e da balcone, che ci propone dei bellissimi fiori a cinque petali, che possono avere colori diversissimi: giallo, rosso, porpora, rosa e molti altri, per una pianta che è nota in tutto il mondo per le sue proprietà curative. Senza dimenticare il profumo e la bellezza di questa bellissima pianta fiorita da appartamento.

La portulaca, originaria del Sud America, può raggiungere un'altezza massima di 20 centimetri, mentre la sua larghezza solitamente non supera i 15 centimetri. Ideale anche per piccoli spazi, per poter impreziosire con i suoi fiori, che sbocciano da giugno a settembre, una casa o per arredare un balcone o un terrazzo con i loro colori e i loro profumi.

Questa pianta ha bisogno di un clima caldo e soleggiato, quindi in casa durante la stagione invernale e sul balcone durante la stagione estiva vive perfettamente senza problemi. Ha bisogno di molta luce, quindi cercate di sistemarla in un punto dell'abitazione dove può ricevere i raggi del sole. Non ha bisogno di molta acqua, se non nella stagione estiva, quando il fabbisogno è maggiore.

La portulaca andrebbe concimata nel periodo della fioritura, mentre il terriccio ideale dovrebbe essere ricco e drenato. Le piante si possono seminare a marzo, tenendole coperte ad una temperatura di 15 gradi, mentre a maggio possono essere trapiantate.

Via | Agraria

Foto | da Flickr di maurizio albissola

  • shares
  • Mail