Le tisane dimagranti della Dieta Tisanoreica quando sono indicate e per quanto tempo?

La dieta Tisanoreica inventata da Gianluca Mech si basa su un regime dimagrante ipocalorico e proteico, e sull'assunzione di tisane alle erbe. Scopriamo come e quando vanno prese



La Dieta Tisanoreica è un regime dimagrante che si basa su due principi cardine: la chetogenesi e la decottopia, ovvero l’assunzione di tisane specifiche coadiuvanti del metabolismo e salutari.
La Tisanoreica inventata da Gianluca Mech, infatti, prima ancora che un metodo dimagrante, vuole rappresentare anche una sorta di sistema integrato per riportare il corpo in equilibrio.

Sembra un paradosso, dato che parliamo di una dieta iperproteica, ma proprio l’uso delle tisane, ognuna delle quali contiene i principi attivi di ben 10 erbe diverse, serve per bilanciare gli effetti chetogenici del sistema Tisanoreica che, come sappiamo si basa sull'assunzione di preparati proteici. La Decottopia (“metodo delle 10 piante”) si adatta alla perfezione alle varie fasi della Tisanoreica, ma le tisane con la formula segreta elaborata dalla famiglia Mech sono dei prodotti che possono essere utilizzati anche al di fuori della dieta dimagrante, proprio per via dei loro effetti salutari.

In pratica non ci sono limiti alla Decottopia, perché gli estratti di cui si compongono le tisane servono solo per stare bene, per drenare i liquidi e coadiuvare le funzioni vitali. Come si assumono queste tisane? Dal momento che troviamo le erbe officinali (10 per tisana) non sotto la classica forma dell’estratto secco, ma già in soluzione liquida, per beneficiare dei loro principi attivi non avremo che da diluirle ulteriormente in acqua senza l’aggiunta di dolcificanti, che possono alterare le proprietà benefiche delle erbe. L’effetto sarà quindi anche idratante e disintossicante. Troveremo inoltre diverse tisane specifiche per le nostre esigenze, alcune solo con effetto purificante, altre rinforzanti o anti-cellulite.

La quantità giornaliera ottimale, una volta selezionata la tisana che fa per noi, è di un minimo di due infusi e un massimo di quattro, non di più. I prodotti fitoterapici Tisanoreica (cui fa fede il sigillo di garanzia), sono privi di glutine, quindi adatti anche a chi soffra di celiachia, e di alcool, sono ipocalorici e se li assumiamo durante la dieta ci aiuteranno a sentire meno la fame e soprattutto a bilanciare gli effetti potenzialmente dannosi della chetogenesi.

Quest’ultimo è un meccanismo biologico compensativo che si innesca nel momento in cui tagliamo drasticamente il consumo giornaliero di zuccheri (che forniscono energia) e il corpo, per procurarsi qualcosa di analogo, brucia i grassi e produce i corpi chetogeni, che hanno caratteristiche simili a quelle del glucosio. Naturalmente questo tipo di reazione non è propriamente l’ideale, quindi la Tisanoreica non è un tipo di dieta che si possa seguire molto a lungo. Le tisane, invece, non hanno controindicazioni. Provate!

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail