Dimezzato l'assegno di mantenimento di Veronica Lario, solo 1,4 milioni al mese

Un duro colpo per le finanze di Veronica Lario, l’ex signora Berlusconi, che riceverà un assegno di mantenimento più che dimezzato: da 3 a 1,4 milioni al mese.



In amore e in guerra non ci sono regole. Lo sanno bene Veronica Lario e Silvio Berlusconi che ormai da anni si danno battaglia in tribunale per gestire la divisione dei beni a seguito della loro separazione. Il Tribunale di Monza, cui l’ex premier si è rivolto a luglio, ha dimezzato l’assegno di mantenimento della signora Lario, che è stato ridotto drammaticamente da 3 milioni a 1,4 milioni al mese.

Una notizia che fa discutere e che vede, ancora una volta, Veronica schiacciata dal peso dell’ex marito. Intendiamoci, 1,4 milioni è una cifra enorme e la maggior parte delle persone non riesce a guadagnarla in una vita, ma qui il giro d’affari ha talmente tanti zeri da avere un valore totalmente diverso. I coniugi stanno portando avanti ben due cause differenti: da una parte quella di separazione consensuale, dall’altra quella di divorzio.

La prima è gestita dal tribunale di Milano ed è stata avviata da Veronica nel maggio del 2009 dopo 22 anni di matrimonio, la seconda invece è stata aperta, in gran segreto, da Berlusconi stesso al Tribunale di Monza, che gestisce il territorio in cui risiede Veronica. Ricordiamo che i giudici di Milano per la signora Lario avevano stabilito un mantenimento da favola: 100.000 euro al giorno per continuare a condurre una vita degna di casa Berlusconi, mentre all’ex premier sarebbe rimasta la favolosa villa Belvedere di Macherio, tanto cara alla moglie.

Via | Corriere

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail