Oli per massaggio: quali scegliere per avere il massimo del beneficio

Un buon massaggio anti stress o terapeutico prevede l'uso di un olio adeguato, magari arricchito con essenze di fiori o piante. Vediamo quali scegliere per avere la massima efficacia


Come si sceglie un olio per massaggio? Dipende dall’effetto che vogliamo ottenere. Un massaggio può infatti avere uno scopo terapeutico, ad esempio alleviare dolori alla schiena, ridurre la cellulite e combattere la ritenzione idrica, agire sul sistema nervoso come tonico o calmante, alleggerire le tensioni muscolari.

Sono tanti i benefici di un buon massaggio, di cui, naturalmente, sono maestri gli orientali, che ne propongono diversi per ogni tipo di problema.

In generale, però, noi tutti ci facciamo massaggiare da mani esperte soprattutto quando siamo sotto stress e desideriamo rilassarci un po’, sentirci “coccolate”. L’effetto estetico del massaggio dipende anche dall’olio utilizzato, che deve ammorbidire e nutrire la cute in profondità, facendoci “risplendere”. Per questo i prodotti che gli estetisti e i terapisti del massaggio utilizzano si basano su una matrice oleose nella quale si diluiscono essenze profumate ma soprattutto officinali estratte dalle piante. Tra le matrici oleose più adatte ai massaggi, sia rilassanti che terapeutici, troviamo:


  • Olio di jojoba
  • Olio d’oliva
  • Olio di cocco
  • Olio di germe di grano
  • Olio di mandorle dolci
  • Olio di sesamo

Per quanto riguarda gli oli essenziali, invece, di solito ne bastano poche gocce e si sceglieranno in base al beneficio che se deve ricavare. Ad esempio essenze di fiori d’arancio (neroli), lavanda e ylang-ylang sono adatti a combattere gli stati di ansia e stress, mentre tensioni e contratture muscolari troveranno giovamento da massaggi con olio di ginepro o limone. Altre essenze molto usate in massaggio terapia sono il bergamotto, il rosmarino, la rosa, l’alloro, lo zenzero, la vaniglia.

Spesso gli oli per massaggio vengono leggermente riscaldati prima dell’applicazione, per potenziarne l’aroma, che ha anch’esso un effetto benefico e curativo, e per ottenere un rilassamento maggiore. Non bisogna mai eccedere nella quantità di prodotto, e mai usare gli oli essenziali puri direttamente sulla pelle perché hanno un effetto irritante. Tra le matrici grasse, l’olio di mandorle dolci e quello di jojoba sono particolarmente indicati per migliorare la texture della pelle senza essere troppo “invasivi”.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail