Come pulire le perle vere senza rovinarle

Come pulire le perle senza pericolo che si rovinino. Ecco le operazioni più semplici ed efficaci.

Un filo di perle non può mancare nel portagioie di una donna. Tutte le avranno usate più di una volta nella vita: bracciali e collane utili per accompagnare qualsiasi look. Perfette per la serata elegante ma anche per gli impegni quotidiani quando ci si veste più sportive. Le perle devono, però, essere brillanti, splendide, per cui è bene cercare di non macchiarle indossandole solo dopo aver cosparso il corpo con creme e profumi.

Ma come pulire le perle vere senza rovinarle? Sono molto delicate e per evitare che si rovinino o si disidratino è necessario pulirle ogni due o tre anni in maniera approfondita lucidandole con un panno inumidito con l'aggiunta di qualche goccia d’olio.

Se invece volete lavare i bijoux ogni tanto basta inserirle in una tazza d'acqua con un cucchiaio di shampoo o detersivo liquido. Prendete poi uno spazzolino a setole morbide che non graffino la superficie delle perle, e strofinate delicatamente ogni perla con lo spazzolino. Risciacquate sotto acqua corrente e asciugate con un panno morbido.

come-pulire-perle-vere

E la manutenzione quotidiana? Come regola generale ogni sera prima di riporre la vostra collana o bracciale nella custodia, separati dagli altri per evitare che si righino, passate sulle perle un panno di pelle di daino leggermente bagnato per eliminare tracce di sudorazione, polvere, residui di cosmetici e profumi.

L'importante è indossarle spesso, perchè mantenerle sempre chiuse nella scatola può rovinarle: forse non lo sapevate, ma l’umidità della cute contribuisce alla reidratazione delle gemme.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail