Conoscersi in chat: a cosa fare attenzione per non prendere abbagli amorosi?

Sempre più storie iniziano in rete, grazie alle nuove tecnologie che avvicinano di più le persone. Si, ma il computer spesso non dice tutto su chi c'è dall'altra parte del tubo catodico e noi finiamo per restare deluse quando scopriamo la verità. Qui le regole da rispettare per non prendere abbagli amorosi in chat.

L'era di internet ha portato molti vantaggi in svariati campi della vita di ogni giorno: dagli acquisti online anche intercontinentali, alle informazioni rapide e complete di Wikipedia alla possibilità di usare l'home banking per gestire le proprie finanze. E in più ha fatto nascere come funghi i siti d'incontri e le chat, dove la gente ha un primo approccio testuale che può poi diventare anche reale. Si, ma come fare a capire se la persona dall'altra parte del tubo catodico corrisponde a ciò che ci siamo immaginate? Come evitare quindi di prendere antipatici abbagli amorosi?

Innanzi tutto bisogna dire che se frequentiamo la rete alla ricerca dell'uomo giusto sarà più facile trovarne uno corrispondente al nostro ideale se circoscriviamo la ricerca ai siti di incontri più seri. Questi network richiedono una serie di credenziali agli iscritti in modo da tutelare la propria clientela dal rischio di identità fasulle o dai perditempo. In più i profili sono ben strutturati e completati da foto.

Conoscersi_in_chat

Bisogna però sapere che spesso il servizio offerto è a pagamento, il che da una parte è garanzia di maggiore serietà d'intenti da parte di chi si iscrive, ma dall'altra di certo risulta meno conveniente della classica chat. In quest'ultima, tuttavia, è necessario tenere presente che anche se ogni utente ha spesso associata una pagina personale (ma non è sempre così), molte volte risulta fasulla: una pura immagine di fantasia creata ad arte solo per divertirsi.

Se ci siamo interessate a qualcuno ma spesso ciò che ci scrive contraddice quello che abbiamo letto sul suo profilo è sintomo che si tratta di un burlone e non vale la pena perderci tempo. In questi casi incalzare con domande specifiche e testare anche i tempi di reazione dell'altra persona è fondamentale per capire con chi abbiamo a che fare. E se ci rendiamo conto che potremmo essere prese in giro passiamo oltre senza voltarci.

Un paragrafetto a parte merita la questione social network e in particolare Facebook. Si è abbandonata da tempo l'idea che solo i conoscenti reali di qualcuno entrano di diritto nella sua cerchia di amicizie. Infatti è consuetudine ormai cercare fra i contatti di amici e non (spesso si cerca di attaccare bottone con gli utenti iscritti agli stessi gruppi) qualcuno con cui fare nuove conoscenze.

Se la persona che ci interessa o che che ci ha contattato rientra nella prima cerchia sarà facile capire chi sia realmente chiedendo all'amico in comune. Se invece trattasi di perfetto sconosciuto sarà bene sondare il terreno e dare un'occhiata alle informazioni disponibili sul suo profilo. Cerchiamo eventualmente anche gli alias, perché magari si tratta di una pagina collaterale usata apposta per "agganciare". E poi scopriamo che il profilo reale è di qualcuno già felicemente impegnato.

Facebook e i tradimenti in rete sono diventati un connubio pericoloso. Quindi meglio fare attenzione e non rischiare di ritrovarsi col cuore spezzato. In particolare diffidiamo di chi ci dà appuntamenti in luoghi non pubblici, chi tiene sempre sotto controllo il telefono, chi spesso e volentieri non risponde alle nostre chiamate con la scusa che aveva da fare, chi chatta con noi a notte fonda ma limita le videochiamate a certi orari. Con molta probabilità abbiamo a che fare con un fedifrago organizzato. Meglio chiudere subito.

Ricordiamoci poi, in linea generale, che anche se la persona con cui chattiamo non ci appare bugiarda, magari può comunque non corrispondere ai nostri ideali fisici. Prima di incontrarlo chiediamogli una foto o una veloce video-chat e se proprio non ci aggrada si può fare subito un passo indietro. Così almeno eviteremo di far nutrire false speranze anche a lui.

Foto | da Pinterest di MatchMakingPeople

  • shares
  • Mail