Quanto è difficile esser attrice e mamma: certo ben più difficile che per una comune mortale che cerca di conciliare famiglia e ufficio. È diverso per voi che lavorate in ufficio perché è una routine, e avete tempo di fare tante cose la mattina e poi tornate a casa la sera. Se invece giri un film ti ordinano di andare in Wisconsin per due settimane e poi lavori 14 ore al giorno ed è tutto molto difficile.

Sono queste le dichiarazioni sulla maternità rilasciate da Gwyneth Paltrow al sito E! News. Il primo pensiero leggendo certe affermazioni è stato sicuramente: questa donna non ha un po’ di pudore. Potremmo però evitare commenti al vetriolo, visto il periodo particolare. Dopo 10 anni di matrimonio con il cantante Chris Martin, due figli e l’ombra di un tradimento che ha fatto il giro di tutti i mass media internazionali, la celebre attrice ha annunciato la separazione sulle pagine del suo blog Goop.

Ho detto potremmo evitare, ma onestamente provare solidarietà per la bionda Paltrow è davvero impossibile. Talmente impossibile, che le “donne normali” (come le ha definite lei dall’alto del suo ruolo sociale) stanno portando avanti una rivolta, e hanno scritto una lettera al New York Post molto ironica. Eccone un paio di righe:

Come madre di un bimbo di due anni non potrei essere più d’accordo! Grazie a Dio che non faccio i milioni girando un film all’anno è quello che mi dico tutte le mattine mentre aspetto su una pensilina al vento e al freddo di cominciare i miei 45 minuti da pendolare verso la città. È diventato il mio mantra.

Forse, questa volta, potremmo anche non aggiungere altro, perché le affermazioni di Gwyneth Paltrow sono davvero fuori dal tempo. E per quanto sia vero che alcuni lavori, seppur ben retribuiti, abbiamo come “handicap” la carenza di tempo da dedicare alla propria famiglia, è anche vero che fare i conti tutti i giorni con una routine, magari poco appagante, e soprattutto con i conti pagare, conti che a volte sembrano essere soffocanti, è molto faticoso. Bisogna poi ricordare alla signore Paltrow, che fare l’attrice non è obbligatorio…

Via | Corriere

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto