Matrimoni da favola: sfarzi ed eccessi delle nozze vip di ieri e oggi

Ogni donna sogna di essere una principessa nel giorno del si. Ma per molte vip da copertina il matrimonio è stato molto più che regale. Vediamo le cerimonie più fastose di sempre

Tutte le donne il giorno in cui convolano a nozze sognano di essere un po' principesse. Abito giusto, strascico, trucco e parrucco perfetti, location da sogno e le attenzioni di tutti puntate su di se, come delle moderne Cenerentole al ballo dopo il colpo di bacchetta magica della fata madrina. E questo per le dive ha spesso significato trasformare le proprie nozze vip in un kolossal, ricco di sfarzi ed eccessi di ogni genere.

La tendenza a strafare non è però una caratteristica esclusiva delle celebrities d'Oltreoceano. Anche nel bel Paese è infatti facile eccedere, con le showgirl più famose, pronte a fare carte false per dei matrimoni da favola. Non stupiscano quindi le cifre da capogiro spese per sontuosi banchetti, abiti principeschi e location da mille e una notte. Ecco per voi un assaggio dei più famosi di ieri e di oggi.

A photo taken on April 19, 1956 shows US

Di certo uno di quelli che all'epoca fece più sognare fu quello della principessa Grace Kelly con il principe Ranieri di Monaco. Inutile dire che qui la pomposità era quasi richiesta dall'etichetta, come per ogni evento che coinvolge una famiglia reale. Per darvi un'idea delle cifre: il solo abito da sposa, firmato Helen Rose, costò la bellezza di 65mila dollari.

Senza contare che, come era tradizione nel Principato, la cerimonia religiosa fu preceduta da una civile, raddoppiando i costi dell'evento, definito dai tabloid dell'epoca "Il matrimonio del secolo". Seicento gli ospiti presenti e ben 30milioni le persone di tutto il mondo incollate al televisore per rubare qualche scorcio regale dalla diretta video!

Matrimoni_dive_Hollywood

Certo poi non possiamo non citare anche Elizabeth Taylor e i suoi otto matrimoni. Di certo i più fastosi della diva sono il primo con Conrad "Nicky" Hilton, per cui l'erede della famiglia Hilton non badò a spese e l'ultimo con Larry Fortensky nel 1991, costato allora l'immensa somma di 2,5 milioni di dollari (più di 4 milioni di adesso). Anche se neppure i due matrimoni con Richard Burton furono proprio economici, tutt'altro.

La diva, va detto, fu anche moglie di Michael Todd, con cui suggellò l'unione nel 1957 in due diverse cerimonie da favola. La prima in Spagna e la seconda ad Acapulco, in Messico. Testimoni di quest'ultima furono Eddie Fisher e Debbie Reynolds. E proprio Fisher sarà il marito n. 4 della capricciosa attrice, con cui convolerà a nozze (dopo una conversione all'ebraismo) nel 1959 nel Tempio Beth Shalom a Las Vegas.

Anche Liza Minnelli, attrice e cantante americana non ha badato a spese quando nel 2002 sborsò 3 milioni e mezzo di dollari per sposare il produttore David Gest. L'intrattenimento comprendeva fra le altre cose un'orchestra di 60 elementi, più le esibizioni di Tony Bennett, Stevie Wonder e Natalie Cole. La coppia ha speso 700 mila dollari nei fiori e 40mila per la wedding cake.

Nel 2000 fu invece Jennifer Aniston a impalmare, invidiatissima da tutte, il bel Brad Pitt da cui ha poi divorziato nel 2005. L'abito bianco firmato Lawrence Steele, i sandali Manolo Blahnik, i 50mila fiori e i fuochi d'artificio sono costati giusto giusto un milione di dollari.

Sempre dello stesso anno è poi il matrimonio della bella Catherine Zeta-Jones, che ha detto si al collega Micheal Douglas. "Solo" un milione e mezzo di dollari per pagare abito da sposa Christian Lacroix, tiara di diamanti, cerimonia al New York Plaza Hotel e oltre 50 addetti alla sicurezza per blindare la cerimonia. E gli inviti? Olografici! Roba da spie.

Nel 2006 è il turno del matrimonio di Katie Holmes che sposa Tom Cruise in Italia e più precisamente a Villa Odescalchi a Roma. La cifra del matrimonio si aggirò sui 2 milioni di dollari, serviti per pagare una torta a 5 livelli con rose di marzapane, 300 bottiglie di vino pregiato e volo aereo e alloggio per gli invitati.

Matrimoni_da_favola_Jessica_Biel_Justine_Timberlake

Per chiudere con le star di Hollywood, ricordiamo nel 2012 il matrimonio più esoso di sempre: 6,5 milioni di dollari per la cerimonia della splendida Jessica Biel. Per dire si al suo Justine Timberlake l'attrice ha fatto bagagli e si è portata gli ospiti in una tenuta pugliese (su in foto), affittando letteralmente tutta la cittadina di Borgo Egnazia.

Chi ha cercato di battere il record di sfarzo l'anno dopo è stata invece una star di casa nostra, la biondissima Valeria Marini, oggi neanche più ammogliata con l'allora sposo Giovanni Cottone. Il matrimonio contava ben 700 invitati (100 in più di Ranieri III e Grace Kelly), cerimonia al Campidoglio di Roma, allestito con vasi traboccanti di fiori, vestito da regina firmato Ermanno Scervino, diretta televisiva dell'evento su Rai Uno a Domenica In.

A completare il tutto cocktail e ricevimento da sogno a Villa Piccolomini, dove gli ospiti sono stati accolti da fatine danzanti (ovviamente parliamo di figuranti in stile Trilly, ma secondo noi il wedding planner Enzo Miccio, reclutato dalla coppia di sposi per l'organizzazione del matrimonio, avrà anche provato a reperire quelle vere) e intrattenimento da show internazionale, con l'esibizione dell'artista Craig David.

Per evidenziare l'opulenza dell'evento, agli ospiti è stato chiesto di rispettare il dress code Gold Touch, perciò tutti hanno dovuto indossare qualcosa di dorato. Fortunatamente tanta ricchezza non è andata tutta "sprecata". Gli sposi hanno infatti chiesto ai partecipanti un regalo di nozze altruista, donando fondi all'Amri e alla Fondazione Artemisia, due associazioni ONLUS che si occupano rispettivamente di bambini affetti da malattie reumatiche e di ricerca nel campo della salute delle future mamme.

Un bel gesto che, nonostante la veloce separazione della coppia dopo neanche un anno, continua a farci sorridere per la sua delicatezza.

FBL-PEOPLE-ITALY-TOTTI-WEDDDING

La coppia capitolina che invece resiste agli anni che passano è certamente quella formata da capitan Francesco Totti e dalla moglie Ilari Blasi, sposi nel 2005. Dopo la cerimonia all'Ara Coeli la coppia ha invitato i 400 ospiti ad un sontuoso rinfresco al castello di Torcrescenza. Anche in questo caso c'era la diretta video dell'evento, seguita da 12 telecamere di Sky. I soldi per l'esclusiva della diretta (30mila euro) sono stati devoluti in beneficienza.

Ilary, che al secolo andava all'altare con il pancino del primo figlio, vestiva per l'occasione un bellissimo abito Armani dal taglio a sirena, con schiena scoperta e spalline ricamate con strass. Nessun limite poi per gli addobbi del matrimonio, comprendenti un tripudio di fiori bianchi, illuminazione creata esclusivamente con fiaccole, tovaglie millerighe bianche con tulle. Menù pantagruelico e fiumi di Pinot grigio e rosso di Montalcino completavano riccamente il tutto.

Chi invece non ha voluto sforare il budget, nonostante il "blasone" della fama è stata la coppia formata da Brad Pitt e Angelina Jolie. I Brangelini hanno infatti vissuto la favola del si attorniandosi solo delle persone più care, venti in tutto. La cosa più bella di questa unione è stato il coinvolgimento dei figli, i quali hanno avuto campo libero per la scelta dei loro vestiti e anche per l'abito nuziale di Angelina. Anzi, a dirla proprio tutta sono stati loro a disegnarlo! Il particolare più toccante della mise della sposa era l'anello di mamma Marcheline Bertrand, un modo per averla vicina e ricordarla in questo giorno magico.

C'è poi chi proprio non ha lesinato in pubbliche relazioni, trasformando le proprie nozze in una sorta di reality. Di chi parliamo? Ovviamente del matrimonio fra Belen Rodriguez e Stefano Di Martino, che hanno messo a parte i propri seguaci di tutto, pubblicando i dettagli del loro sposalizio sulle fanpage personali.

E che cosa sappiamo quindi di questo evento da favola? Che alla funzione c'erano 70 bodyguard, che la sposa vestiva Daniele Carlotta (abito tempestato di cristalli e tulle per la cerimonia religiosa, più sensuale e scoperto per il ricevimento), che le rose bianche inondavano chiesa e location del rinfresco e che ad allietare la serata c'era la musica dal vivo della cantante gospel Cheryl Porter. Almeno fino a quando la maxi dancefloor specchiata non si è animata con i balli di gruppo.

Se non fosse per la parte più squisitamente folkloristica, potremmo anche dire che un po' di somiglianza fra questa cerimonia e quella del Principe William e Kate Middleton c'era. In ambo i casi ad attirare l'attenzione degli ospiti c'era infatti il rapporto fra la sposa e la sorella-damigella (entrambe attira-sguardi ed entrambe impegnate a sorreggere lo strascico), che nel caso di Kate ha anche organizzato una festa di addio al nubilato, pare, da ricordare anche nei secoli a venire. Basti solo pensare che i tabloid avevano sottolineato la lotta di Pippa Middleton per ottenere il permesso a installare luci stroboscopiche a Buckingham Palace.

Matrimonio_Kim_Kardashian

Un po' come avrebbero voluto fare Kim Kardashian e Kenye West, che hanno ammesso spudoratamente di essersi ispirati al Royal Wedding del 2011 per le loro nozze dell'anno scorso. Gli sposini si sono detti si a Firenze, dopo però aver iniziato con i pre-festeggiamenti a Versailles! La coppia è arrivata alla location del matrimonio italiano in una carrozza trainata da cavalli e durante il ricevimento ha coccolato gli ospiti con dettagli particolari.

Due su tutti, la piramide di 2 metri di macarons rosa, allestita su ogni tavolo e la vaporizzata di Chanel n. 5, spruzzata dagli addetti ai bagni chimici installati per l'evento. Ovviamente non potevano non essere anche questi ultimi a tema principesco: chi ha varcato la soglia delle toilette si è infatti trovato faccia a faccia con sanitari dorati, tipici del re e della regina...del trash!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail